mercoledì 29 ottobre 2008

Come si fa ad insegnare in Inghilterra??

Da quando è iniziata la mia avventura di prof. nel paese del te' & della guida a sinistra, parecchie persone mi hanno chiesto informazioni su 'come si fa' dall'Italia o da altro paese Europeo a insegnare in Inghilterra. Prego provvedersi di una o più pinte di birra perchè la spiegazione sarà lunga ma spero esauriente...

1. Ce l'hai un'abilitazione all'insegnamento????
Se la risposta è SI devi semplicemente fare domanda al General Teaching Council perchè ti riconosca l'abilitazione Inglese, che si chiama QTS (Qualified Teacher Status). Se sei cittadino di un Paese dell'Unione Europea il riconoscimento è un atto dovuto che (mi dicono) si può risolvere in poche settimane. Poi si tratterà di cercare lavoro in una scuola. Su questo puoi trovare istruzioni al punto... in fondo al post
Se la risposta è NO vai avanti e cerca di non spaventarti: ci si diverte (anche!)

2. Ce l'hai una laurea che dia accesso a una o più materie insegnate in Inghilterra???
Se hai una laurea o titolo equivalente in una qualunque delle Scienze Naturali, o in Matematica, o in Storia, o in Musica, Teatro, Educazione Fisica, Lingua straniera diversa dall'Inglese... (elenco NON esauriente) la risposta è sicuramente sì. Tieni conto che in Inghilterra basta la laurea triennale per accedere all'insegnamento
Se hai una laurea o titolo equivalente in altri campi e non sei sicuro se essi corrispondano ad una materia curriculare in Inghilterra, la cosa migliore è rivolgersi alla Training and Development Agency (http://www.tda.gov.uk/). Normalmente, quando fai domanda per un corso abilitante in Inghilterra, ti si chiede di dimostrare che almeno metà del tuo curriculum di studi è correlato alle materie che vuoi insegnare, quindi dipenderà dal tuo particolare piano di studi quello che puoi o non puoi insegnare. La TDA fornisce anche corsi integrativi per studiare quello che ti manca nel piano di studi e così accedere a più materie.
In ogni caso c'è grande flessibilità! Dimentica le classi di concorso italiane. Qui c'è un gran bisogno di prof. purchessia e anche se qualcuno ti dice di no è possibile che qualcun altro ti dica di sì. Per esempio, laureati in Psicologia possono spesso insegnare Scienze. Laureati in Giurisprudenza o in Lettere possono finire a fare Humanities (Storia e Geografia) o Studi Religiosi, o Educazione alla Cittadinanza. Poi, se non sei terrorizzato dal potenziale distruttivo dei bambini (the evil dwarfs!!) c'e' l'opzione scuola primaria per la quale basta una QUALUNQUE laurea triennale.

3. Come ti vuoi abilitare?
Per poter insegnare in Inghilterra bisogna seguire un percorso di Initial Teacher Training che, se completato con successo, ti darà accesso all'abilitazione (QTS). Sempre sul sito della TDA troverai una descrizione esauriente dei percorsi oggi a disposizione per i laureati (o titolo equivalente) che vogliono insegnare. Essi sono essenzialmente tre:


  • il PGCE (Post Graduate Certificate in Education), corso universitario di un anno che comprende lezioni universitarie, studio indipendente e MOLTO tirocinio a scuola (due terzi della durata del corso). Io ho seguito questa strada. Ce ne sono sia per la scuola secondaria (divisi per materie) sia per la scuola primaria.
  • Il GTP (Graduate Teacher Programme) che si basa su una formazione 'in servizio'. In pratica, la scuola ti assume anche se non sei abilitato e tu (autonomamente o con l'aiuto della scuola stessa) trovi un provider (un'università, una circoscrizione, un'altra scuola specializzata in Teacher Training) presso il quale seguire un corso di formazione parallelamente al tuo lavoro. La scuola ti paga meno di un insegnante abilitato ma si impegna a darti i giorni di training che ti servono (per esempio a lasciarti libero tutti i lunedì se quel giorno hai il corso). Bada: non tutte le scuole ti offrono questa possibilità, ma tante lo fanno, soprattutto nelle grandi città. In ogni caso è a loro discrezione se offrirla e se offrirla a te.
  • il programma TeachFirst che è una formazione 'sul campo' come il GTP ma ha alcune differenze. Intanto è organizzato da un'Università che ti fornisce un training iniziale di sei settimane d'estate e ti procura lei stessa la scuola dove lavorare. Poi dura due anni invece che uno. Infine, anche se ti dà comunque l'abilitazione, è focalizzato su competenze che possano essere spese anche nel Business e nel Managment. Su questo programma c'è un sito dedicato: http://www.teachfirst.org.uk/

4. Non riesci a scegliere quale percorso seguire? Senza pretesa di essere esauriente, ti do una lista vantaggi/svantaggi su ciascun corso:

  • PGCE. Vantaggi: un'esperienza più profonda di studio e riflessione in ambito educativo e pedagogico, la possibilità di condividere idee e risorse con molti altri 'apprendisti prof.', la possibilità di fare per un ultimo anno la vita dello studente (festini inclusi!). In più, specie venendo da fuori, puoi avere un approccio più graduale al sistema scolastico Inglese e alle difficoltà di insegnare in un'altra lingua. Svantaggi: non ricevi uno stipendio ma una borsa di studio che varia da materia a materia, di anno in anno. Quella per Scienze l'anno scorso mi consentiva di mantenermi, ma ti consiglio di controllare sul sito della TDA quali sono le condizioni. Altro svantaggio: il tirocinio dipende molto dallo stile e dalle aspettative della scuola che ti ospita.
  • GTP. Vantaggi: sei pagato e trattato da subito come un adulto ed un professionista. In più ti viene data una formazione quasi esclusivamente pratica, che a molti piace (non a me, questione di gusti). Svantaggi: ti buttano in acqua e ti dicono: nuota! Il che, se vieni da un altro background culturale, può essere un bel casino...
  • TeachFirst. Vantaggi: gli stessi del GTP aggiungendoci un po' di training iniziale e una maggiore struttura organizzata alle spalle. In più hai tutto l'aspetto di formazione manageriale e alla leadership che può essere interessante. Svantaggi: non puoi scegliere la scuola dove starai per due anni perchè ti ci mandano loro. Devi improvvisarti un po', come nel GTP, senza la possibilità di un vero tirocinio.
  • Se vuoi saperne di più sul PGCE continua a leggere, se pensi al TeachFirst vai sul sito dedicato, se vuoi buttarti in un GTP salta al punto 6 perchè dovrai innanzitutto cercare una scuola che ti assuma. In alternativa, puoi anche se sul sito della TDA o sui siti delle varie Local Authorities Inglesi ci sono notizie e offerte di GTP.

5. Per scegliere il PGCE...

Le domande si fanno tramite il sito http://www.gttr.ac.uk/ Il processo di ammissione comprende una domanda online e un colloquio in sede. Ti viene richiesto di indicare quattro sedi in ordine di priorità. Per decidere quali, i miei criteri sono stati:

  • minimizzare i problemi di requisiti d'ingresso e gli altri problemi burocratici. Per esempio, devi avere un titolo equivalente al GCSE in Inglese. Io ho scelto solo università che offrivano un test di Inglese equivalente lo stesso giorno del colloquio.
  • capire quale approccio ti piace di più. I siti internet dei vari corsi possono essere utili per farti un'idea, ma la cosa migliore è parlare con i coordinatori, magari andando lì o telefonando.

6. Come si trova lavoro in una scuola?

Dimentica le graduatorie: quando ne parlo in Inghilterra mi guardano con un misto di orrore e incredulità. Su quest'isola si viene assunti in una scuola attraverso un colloquio di lavoro. Questo comporta, senz'altro, una certa discrezionalità da parte della scuola. Ma garantisce almeno due vantaggi (per me) inestimabili. Il primo è che puoi 'vendere' le tue caratteristiche, i tuoi punti di forza, il tuo entusiasmo, i tuoi valori anche quando essi non sono quantificabili in un punteggio. Il secondo è che (complice la scarsità di prof. in questo Paese) puoi scegliere in che tipo di scuola andare, in quale area, etc.

Per trovare lavoro da insegnante, i passaggi sono i seguenti:

  • consulto regolarmente le offerte di lavoro. Ogni scuola pubblica o privata pubblicizza i posti vacanti tramite Internet e giornali. Il sito più completo è quello del supplemento scuola del Times (http://www.tes.co.uk/), ma ce ne sono anche altri tipo http://www.fejobs.co.uk/ o http://www.axcis.co.uk/.
  • Trovata un'offerta interessante raccolgo informazioni su quel posto tramite il sito della scuola o altre fonti (l'OFSTED, ufficio ispettivo Inglese, pubblica regolarmente un report su ogni scuola del Regno: non è infallibile ma un'occhiata non fa male)
  • Se il posto mi piace davvero, inoltro il mio curriculum. Di solito devo mandare una mail in segreteria e loro mi inviano una form da compilare elettronicamente o manualmente. Questa form include sempre un personal statement o una lettera di presentazione in cui devo spiegare perchè sono interessato a quel posto e perchè mi considero adatto ad esso. Posso avere un canovaccio di questa lettera, ma dovrò rivederla o adattarla per ogni singola scuola.
  • Se il mio curriculum convince la scuola, mi inviteranno per un colloquio. Al colloquio saranno presenti 4 - 5 candidati. Normalmente mi chiederanno di insegnare una lezione o una mezza lezione che verrà osservata e valutata. Poi avrò modo di fare un giro informale della scuola parlando con studenti e colleghi. Infine ci sarà il colloquio formale, tipicamente con il preside, il capo dipartimento della mia materia e altre 1 - 2 persone. Se durante questo colloquio confermo che sono ancora fermamente candidato, poi NON POSSO TIRARMI INDIETRO. Quindi è importante dire di sì solo quando sono veramente convinto. L'esito del colloquio arriverà in tempi molto brevi (spesso il giorno stesso).

7. Che altro?

Logicamente ci sono un sacco di particolari che ho omesso e che non è difficile scoprire da voi strada facendo. Un ultimo consiglio se volete lavorare in UK da insegnanti è cercare di farvi un'idea chiara del sistema scolastico, che è diverso dal nostro sotto molti aspetti. Dopo una prima ricerca su internet, il modo migliore è prendersi qualche giorno, andare in ostello a Londra e chiedere a qualche scuola di passare lì un giorno o due in osservazione. Se mandi la stessa mail a una quindicina di scuole di solito 3 - 4 ti dicono che sei il benvenuto. Io quando l'ho fatto stavo anche progettando di seguire un PGCE, quindi nello stesso periodo (una settimana scarsa) ho anche fatto una chiaccherata informale con la coordinatrice del corso per cui volevo fare domanda.

GOOD LUCK!

195 commenti:

irene ha detto...

Ciao!
Bello il tuo blog, da speranza :-)
Sono nel "cammino" per un PGCE in Modern Languages (spagnolo e italiano)spero sia la scelta giusta..anche se mi hanno già avvertito che l'italiano non è molto richiesto (confido nel cugino spagnolo).
Volevo chiederti se ti sei mai informato per una valutazione del titolo in Italia, se mai si tornerà.
Per poter insegnare da noi con l'abilitazione inglese...
Grazie per qualsiasi informazione!
Cheers :-)

TeachToFly ha detto...

Ciao! Ma stai gia' seguendo il corso o stai facendo domanda? Circa il riconoscimento in Italia, per averlo devi passare anche l'anno di Induction, che io sto facendo adesso. Si tratta del primo anno di insegnamento, regolarmente pagato, in cui vieni pero' ulteriormente valutato e supportato. Se passi il PGCE E l'induction ti riconoscono l'abilitazione in Italia. Quindi si tratta di metterti davanti due anni, uno di studio e tirocinio con borsa, un'altro di lavoro in UK.
Fatti sentire se ti serve altro. Marco

irene ha detto...

Ciao! sto facendo domanda ancora...vedremo se mi prendono!
Non hai un indirizzo a cui posso scriverti? Mi piacerebbe chiederti due cosine..se hai un minuto libero :-)
grazie ciaoo
buona giornata

TeachToFly ha detto...

Scrivimi su radagast1974@yahoo.it

Nicoletta ha detto...

Ciao ragazzi!
Marco hai creato un blog davvero utile!THANX!!!
Io presenterò la mia domanda di PCGE a partire da qs settembre. Mi sono informata, ho parlato via mail con i coordinatori (al momemto lavoro e per me non è semplice stare in UK per un periodo)ed ho tutto chiaro.
Sono una laureata in Spagnolo e Inglese, per cui vorrei insegnare spagnolo...ora però sono terrorizzata dai requisiti d'ammissione. Per cui vi porgo una serie di domande:
1- Credete sia utile far tradurre il titolo di studio dalla NARIC?O sono solo soldi buttati?
2- Mi sto preparando per fare il TOEFL, ma l'impresa è decisamente ardua; il test di lingua inglese durante l'interview è impegnativo? E quello di Maths? Dove posso trovare degli esempi per valutare la mia preparazione?
3- So che faranno un colloquio nelle due lingue che dovrei insegnare, in spagnolo non ho problemi, per quanto riguarda la seconda lingua sapete se sono fiscali quanto la prima? (La seconda lingua che vorrei insegnare è francese che ho studiato al liceo e alle scuole medie inferiori...dovrei riprenderla un attimino...)
Vi ringrazio per le info!!!
A presto
Nicoletta

TeachToFly ha detto...

Ciao Nicoletta! Scusa tantissimo se ti rispondo solo ora. E' stato un periodo bello impicciato perchè l'anno di induction che qui fanno dopo aver preso il PGCE non è esattamente una passeggiata.
Vengo alle tue domande:
- io la valutazione al NARIC l'ho fatta e l'università di York che mi ha accolto se l'è presa. Se non la facevo avrebbero dovuto (forse) farla loro con un passaggio in più. La cosa migliore è che tu contatti le università che metterai come tue scelte e che chiedi a loro se vogliono questo documento o no.
- a me non hanno chiesto il TOEFL ma lo IELTS (credo che il TOEFL sia la versione americana). Il punteggio minimo per molte università è 6.5 che non è malaccio. A me ha aiutato molto un intensivo fatto al British Council in cui mi hanno dato dritte specifiche su quello che si aspettano dall'IELTS. Comunque lo puoi provare varie volte, e l'università che ti prende ti ammette con riserva anche se non lo hai ancora passato. Se ti servono dritte su questo, riscrivimi alla mia mail che trovi nei commenti sopra
- i test di Inglese e Matematica NON sono impegnativi. Per farti un idea del livello GCSE, vai sul sito della bbc e cerca gcse revision per english e maths. Il punto è che però all'interview dovrai convincerli che la tua base di Inglese parlato è accettabile (non perfetta). Se non ti senti sicura, fai un po' di conversazione e listening con film in inglese, radio in inglese, etc. (questo comunque ti serve anche per l'IELTS o il TOEFL).
- per quanto riguarda la prova sulla materia, la mia all'interview è stata decisamente tranquilla, però ogni università e ogni intervistatore sono differenti. Fai un po' di pratica di conversazione anche in Francese e secondo me andrà tutto bene da quel punto di vista: qui hanno BISOGNO di te e questo è un buon punto a tuo favore.

In bocca al lupo!!

Valter ha detto...

Salve! Bel blog, e molto utile.
Sono laureato in Lingue Inglese e Spagnolo. Sono precario della scuola da 4 anni, non ho l'abilitazione e vorrei fare il PGCE in Modern Languages (Spanish,Italian,German)
Sapete quali sono le università migliori per il PGCE in Modern Languages? é possibile abilitarsi per 3 lingue?
Quello che mi fa più paura è il test GCSE Maths (sono sempre stato negato in matematica :-(
Nicoletta,Irene, potete mettervi in contatto con me? Vorrei chiedervi un paio di cose. Grazie
Val

TeachToFly ha detto...

Non ho molte informazioni sull'abilitazione in Modern Foreign Languages ma posso chiedere ai miei colleghi di scuola e farti sapere. Sui corsi con tre abilitazioni, cerca sul sito del gttr e dovresti trovare tutto quello che c'è.
COMUNQUE, tieni conto che in Inghilterra non esiste la follia delle classi di concorso blindate per abilitazioni, per essere assunti da una scuola conta essere in grado di dimostrare che sai le cose che andresti a insegnare. Ergo, nel caso non ci sia la combinazione che vuoi tu, prenditela in spagnolo e tedesco perchè tanto, se c'è un posto per insegnare Italiano ti prenderanno in considerazione comunque, visto che la lingua la sai! (Per giunta l'abilitazione in Italiano per stranieri è l'unica di cui non ti faresti un granchè in Italia)
Per quanto riguarda il GCSE in Maths, che scuola hai fatto? Se hai fatto un liceo con Matematica fino all'ultimo anno c'è caso che il NARIC te lo dia per buono. Se hai fatto lo scientifico ne sono quasi certo. Anzi, penso proprio che dovrebbero in ogni caso: il livello GCSE in Matematica non è niente di elevato!

Valter ha detto...

Grazie del messaggio! Si, se puoi chiedere ai tuoi colleghi per Modern Languages mi faresti un grossissimo favore. Dunque... ho un diploma in ragioniere e perito commerciale.
Fammi sapere qualcosa, grazie. Ciao. Val

barbara ha detto...

Ciao Marco! Fantastico il tuo post che contiene tutte le informazioni che cercavo in un'unica pagina :) Soltanto una cosa vorrei chiederti ulteriormente a quanto hai scritto: in tutte le procedure che hai descritto ci sono limiti di età da rispettare? Mi sto per laureare in Matematica e insegnare in Italia non mi attira proprio come idea perchè resterei a vita precaria... il poter vivere per qualche anno in Inghilterra non mi dispiacerebbe affatto, quindi mi piacerebbe "copiare" la tua strada. Tu sei ancora lì? Hai finito la scuola? Adesso insegni? Come ti trovi? Spero di risentirti presto! Ciao.

Anonimo ha detto...

sei un mito

Simone ha detto...

Ma non ho capito una cosa: in pratica il PGCE sarebbe come qualcosa di simile a un Master. Ho fatto una breve ricerca ed ho notato che la maggior parte dei corsi richiede una esperienza precedente nell'insegnamento. Vi prego smentitemi

Anonimo ha detto...

Ciao! davvero interessante questo Blog... sono un ragazzo 23 enne interessato all'insegnamento, spero che diventi la mia professione...magari anche in Inghilterra... ma non so se i miei titoli sono valutabili... e se si, come?... Ho un Diploma Accademico di 1° Livello, rilasciato da Accademia di Belle Arti ( sez. Scenografia)e sto per conseguire quello di 2° Livello; qui in Italia il titolo dell'accademia è equipollente a quello universitario, ma li?...inoltre per la lingua dovrei presentare un'attestato che ne certifica la conoscenza?
In ogni modo se il mio titolo fosse valido anche li, che materie potrei insegnare?
Grazie per l'attenzione e per qualsiasi info...

TeachToFly ha detto...

Con il titolo dell'Accademia puoi insegnare Arte, che qui è una materia molto pratica e si insegna fino ai 18 anni a livello pre-universitario, per chi la sceglie. Visto l'indirizzo, potresti forse cercare lavoro anche come insegnante di Teatro, però se fai domanda per l'abilitazione ti consiglio di farla per Arte. E se sei interessato inizia la procedura subito, come spiegato nel post. Iniziare prima ti da più possibilità di ammissione.
Il riconoscimento dei titoli si fa tramite un'organismo che si chiama NARIC, a cui spedisci le carte legalmente tradotte e un po' di soldi per il servizio.
In bocca al lupo per la laurea e per il tuo futuro! Se vuoi info più dettagliate, scrivimi sulla mail che ho lasciato nei commenti sopra.

Shaula ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Shaula ha detto...

Ciao, complimenti per il blog appassionante ed utilissimo (l'ho letto tutto :-) )! Vorrei farti delle domande. Ho una laurea triennale in fisica (voto 102, non so quanto possa influire) ed ho un livello di inglese abbastanza buono, almeno rispetto ai miei coetanei (ho 28 anni) italiani.... Mi sapresti dire quante chance ho di riuscire ad insegnare nel Regno Unito con la mia laurea, in quali materie devo sostenere il GCSE e che livello di inglese devo raggiungere per superare il colloquio per il PGCE?
Inoltre mi sapresti anche indicare quali sono i periodi per sostenere l'esame per il PGCE e quando fare domanda?
Grazie mille, Luigi.

TeachToFly ha detto...

Ciao Luigi, scusami se ti rispondo solo ora, ma il pc di scuola non mi fa aprire blogspot e quello di casa è lento da morire per i commenti.
Le tue chance di insegnare qui sono buone in quanto c'è grossa richiesta di insegnanti di Scienze (qui Fisica sta con Scienze e non con Matematica). I laureati in Fisica, poi, sono i più richiesti di tutti.
Questo non significa che sia una passeggiata: piuttosto è una corsa a ostacoli con un bel po' di cose da superare. Il tuo livello di inglese deve consentirti di comunicare decentemente e di capire il grosso di quello che ti dicono. Il resto lo apprenderai strada facendo, durante il PGCE e oltre (io continuo ad imparare).
Il PGCE che devi cercare è in Scienze, ma deve prepararti anche ad insegnare Fisica A-level (livello preuniversitario).
Se vuoi notizie più dettagliate, scrivimi alla mia mail che ho lasciato nei commenti sopra.

Cristina ha detto...

Ciao
bel blog
io so che ci anche persone che insegnano Italiano senza laurea :)

Anonimo ha detto...

Ciao!!!
Mi servirebbe un chiarimento...
Al punto 2 tu dici "Se hai una laurea o titolo equivalente in una qualunque delle Scienze Naturali, o in Matematica, o in Storia, o in Musica, Teatro, Educazione Fisica, Lingua straniera diversa dall'Inglese... (elenco NON esauriente) la risposta è sicuramente sì". Io ho una laurea triennale in Lingue e Letterature Straniere e sto per conseguire anche quella specialistica. Se volessi prendere l'abilitazione per insegnare Inglese potrei frequentare un corso PGCE?
Grazie!!!

Anonimo ha detto...

Ciao!!!
E' davvero interessante il tuo blog e capita proprio al momento giusto!!! Sono una ragazza di 26 anni e l'anno prossimo vorrei provare a trasferirmi negli UK...
Ho già una laurea triennale in Lingue e Letterature Straniere e sto conseguendo quella specialistica in Lingue e Letterature Europee ed Extraeuropee. Ho già avuto parecchie esperienze di insegnamento della Lingua Inglese anche se non ho l'abilitazione e sto conseguendo la certificazione DITALS II che abilita all'insegnamento dell'Italiano come L2.
Una volta negli UK vorrei provare anch'io il cammino del PGCE ma non ho capito bene una cosa...tu hai scritto "Se hai una laurea o titolo equivalente in una qualunque delle Scienze Naturali, o in Matematica, o in Storia, o in Musica, Teatro, Educazione Fisica, Lingua straniera diversa dall'Inglese... (elenco NON esauriente) la risposta è sicuramente sì". Questo vuol dire che non potrei prendere l'abilitazione per insegnare Inglese ma solo per insegnare altre lingue?
Grazie mille!!!

TeachToFly ha detto...

Ciao a tutti i nuovi arrivati. Dunque, l'insegnamento dell'Inglese mi coglie abbastanza impreparato. So che ci sono persone di background molto misto che insegnano Inglese qui, ma spesso hanno cominciato da una laurea in Inglese presa qui. Sulla valutazione della vostra laurea, la cosa migliore è contattare qualche Università, descrivere gli esami che avete sostenuto e chiedere se sarebbe accettata come titolo di accesso (previo riconoscimento NARIC). La TDA chiede che almeno metà degli studi sostenuti siano attinenti, ma il giudizio in merito spetta all'università che ti offre il posto.
A naso, io vedrei come più semplice (anche per meno concorrenza) l'inserimento in un PGCE per Lingue Straniere e il riconoscimento dello stesso in Italia. Tuttavia non sono informato a sufficenza. Magari c'è qualcuno che ne sa più di me e può rispondere qui o sul blog.
Circa la gente che insegna Italiano senza laurea, magari sono assistenti di laboratorio a scuola o in Università, mi pare difficile (per quanto ne so finora) che si tratti di insegnanti in senso stretto. Come ho già detto in altri casi, la posizione di assistente o tecnico o personale di supporto è un buon primo contatto con il sistema educativo Inglese.

Anonimo ha detto...

Ciao! complimenti per il tuo blog che infonde una buona dose di ottimismo. Sono un insegnante qualificato in Italia e sto valutando con interesse l'idea di trasferirmi in Inghilterra. Vorrei sapere se è espressamente richiesto uno specifico attestato di conoscenza della lingua inglese ed eventualmente a quale livello.
Grazie mille per il tuo aiuto!

TeachToFly ha detto...

Per Anonimo: non e' richiesta nessuno specifico attestato linguistico, che io sappia. Pero' DEVI sapere bene l'Inglese a livello di comunicazione e avere un po' di info sul sistema scolastico Inglese, perche' per avere un posto devi fare una lezione di prova e un colloquio di assunzione. Quindi, piu' sostanza che forma, sulla conoscenza della lingua. In piu' devi essere preparato a lavorare sodo soprattutto all'inizio (piu' che in Italia) e ad affrontare inevitabili difficolta'. Comunque se sei motivato/a vale la pena!

Anonimo ha detto...

Ciao! Quindi, se ho capito bene, il conferimento del QTS avviene prima e a prescindere dalla valutazione linguistica. Un'altra curiosità: a quello che ti risulta, ci sono buone possibilità per insegnare latino?
Grazie di nuovo!

TeachToFly ha detto...

Mi spiace, Latino ce n'è proprio poco, giusto in qualche blasonata scuola privata tipo Eton e in poche scuole statali (però c'è anche pochissima gente che lo sappia insegnare, quindi chissà...)
Comunque con il QTS riconosciuto uno si può mettere sul mercato per tutto ciò su cui abbia abbastanza competenza: non ci sono classi di concorso, devi "solo" convincere la scuola o il college che ne sai abbastanza.
Una prova ufficiale di lingua, che io sappia, non c'è mai se sei già abilitato. Però se al colloquio si accorgono che non sai comunicare decentemente non ti assumono.
NB. Per ulteriori domande ti segnalo il gruppo Facebook menzionato in uno dei post più recenti: lì è più facile rispondersi in tempo reale.

Anonimo ha detto...

Ciao,

volevo sapere cosa potrei insegnare in inghilterra con una laurea specialistica in filosofia. A me piacerebbe appunto fare filosofia, ma mi adatterei anche a storia e affini.


Grazie

TeachToFly ha detto...

@ Anonimo. In genere per le materie unamistiche c'e' un po' piu' di competizione, specialmente in tempi di crisi. Inoltre Filosofia non e' diffusa come da noi, la studiano in molto pochi solo gli ultimi anni. Tuttavia, la nostra maggiore preparazione accademica ci da' qualche possibilita' nel confronto, purche' il tuo Inglese sia abbastanza avanzato.

Qui potresti insegnare Humanities che comprende Storia, Geografia, Cittadinanza e Religione (fatta in modo LAICO come se fosse Filosofia o Storia delle Religioni). Alla sixth form (gli ultimi due anni) potresti insegnare Filosofia o materie come Storia, Sociologia e Psicologia.

Non mi dici se sei gia' abilitato, che fa una notevole differenza. Se non lo sei devi cercare di entrare in percorsi tipo il PGCE, il GTP o il TeachFirst. Se lo sei puoi farti riconoscere l'abilitazione in breve tempo e metterti "sul mercato", con piu' possibilita' di selezionare materie e fasce di eta' a te piu' congeniali.

Anonimo ha detto...

per Teach to fly:

non sono abilitato e infatti volevo provare la strada del GTP, ma non ho capito come individuare negli annunci le scuole che danno questa possibilità. Finora ho risposto ad annunci dove mi si richiede l'abilitazione o comunque di segnare se ce l'ho o meno. Che dici, mi candido comunque per questi annunci? E - ripeto - come individuo le scuole che offrono il GTP? Grazie mille sei di grande aiuto! :)

Anonimo ha detto...

per teach to fly

un'altra cosa: non ho nemmeno il toefl o certificazione analoga però l'inglese lo conosco bene...è un requisito necessario il certificato? oppure posso acquisirlo durante il percorso di abilitazione...
grazie!

TeachToFly ha detto...

Sull'individuare le scuole, prima di fare domanda (a volte l'application form prende un botto di tempo) manda una mail chiedendo se sarebbero interessati a offrirti un GTP. Per quanto ne so e' una scelta della singola scuola (io ho fatto il PGCE e non ne so moltissimo). Se vuoi scrivimi al mio indirizzo mail e posso cercare qualche info piu' specifica. Poi, ti consiglio di cercare molto nei sixth form colleges: alcuni assumono anche senza abilitazione. Solo la scuola di obbligo statale e' vincolata ad assumere persone abilitate o in corso di abilitazione.
Il test di Inglese (l'IELTS e' preferito al TOEFL per il Regno Unito)ti servira' solo se fai un PGCE o altro corso di livello Universitario. Che io sappia, per iniziare un GTP non serve nulla, ma solo convincerli al colloquio di lavoro che sai comunicare efficacemente.

Anonimo ha detto...

ciao! anch'io ti faccio i miei complimenti per il blog e ti ringrazio per tutte le utilissime info.....io sono abilitata SSIS e, tra l'amore per il regno unito e la situazione sempre + nera&precaria italiana, sto considerando l'idea di mandare dei CV in qualche scuola inglese il prox anno scolastico.....la mia conoscenza della lingua è molto buona, sette anni fa ho preso il grade 9 del trinity, ho un master per interpreti e traduttori e quando capita lavoro da traduttrice freelance, in + è una lingua che adoro...tuttavia, dovendo io insegnare biologia e/o chimica, sono abbastanza preoccupata perchè non so quanto questa conoscenza possa bastare nell'insegnamento di materie scientifiche......qual è la tua opinione? dici che posso provarci o sarebbe un'operazione kamikaze?? ;p
grazie mille per l'aiuto e scusami se mi sono dilungata tanto, ma non saprei a chi altro chiedere!!!
ciao a tutti :)

TeachToFly ha detto...

Guarda, io insegno PROPRIO Chimica e Biologia e la cosa non è assolutamente kamikaze, primo perchè l'Inglese scientifico è molto accessibile, secondo perchè qui sono alla ricerca disperata di insegnanti di Scienze, terzo perchè la nostra preparazione sulla materia(venendo da 5 anni invece che 3) è migliore e questo è ben valutato.
Un ulteriore elemento a tuo vantaggio è che tu sei già abilitata, quindi devi solo farti riconoscere l'abilitazione dal General Teaching Council e poi metterti sul mercato.
CHIARAMENTE difficoltà ce ne sono: non solo la lingua, ma anche il sistema scolastico che è molto diverso e pieno di usanze più o meno strane che è bene conoscere prima di presentarsi per un colloquio. Comunque info ne puoi richiedere e sarà sempre più semplice di quello che ho fatto io (abilitarmi direttamente qui con tirocinio e tutto).
Se ti servono altre info mandami pure una mail.

Anonimo ha detto...

GRAZIE MILLE!!! :) ti ho appena mandato una mail, a risentirci e buona giornata!

Davide ha detto...

Marco sei un grande, un pozzo d'informazioni utili!!!
Ok, solo un chiarimento per vedere se ho capito bene: per accedere al PGCE è obbligatorio avere lo IELTS (o TOEFL americano) e il GCSE? Oppure, per qanto riguarda il GCSE basta l'approvazione del NARIC?
Grazie infinite!

PS
Ho diploma di geometra, mi sto laureando alla triennale di Lingue e Lett. Straniere(Spagnolo e Portoghese) e sto seguendo un corso per prepararmi al TOEFL.

TeachToFly ha detto...

@Davide. Hai bisogno dell'IELTS (credo che il TOEFL sia equivalente) per accedere al corso. Hai anche bisogno del GCSE in Inglese o titolo di livello superiore. Se stai facendo studi di Inglese a livello universitario non dovresti aver bisogno di GCSE ma solo dell'IELTS.

Ti segnalo il gruppo Facebook "European teachers - Insegnanti in giro per l'Europa" per ulteriori info pratiche sul PGCE.

In bocca al lupo!

Davide ha detto...

Grazie mille!!!

Pasquale Passarelli ha detto...

Ciao Marco e grazie per questo tuo blog interessantissimo! Ho una laurea in Lingue e lett. straniere (Inglese e tedesco) ed ovviamente vorrei insegnare tedesco. Vorrei presentare la domanda per il pgce proprio in questi giorni, vivo a Brick Lane. Mi chiedevo però se fosse possibile insegnare altre materie tipo storia moderna, che comunque fa parte del mio curriculum di esami. Di conseguenza cosa dovrei fare? Fare domanda per il PGCE e poi, una volta che si è passata la selezione, fare degli esami integrativi? Illuminami! Grazie! Pasquale

TeachToFly ha detto...

@Pasquale
Ti consiglio di prendere il PGCE che ti viene piu' semplice con la tua laurea. Una volta finito, il QTS che ti vieni riconosciuto non e' specifico per materia, di conseguenza puoi fare domanda alle scuole per insegnare anche altre materie se convinci la scuola che sei effettivamente preparato ad insegnarle al livello richiesto.

Pasquale Passarelli ha detto...

Grazie mille Marco! Sto spulciando la lista delle vacancies in italiano e tedesco e ce ne sono alcune anche se non a Londra purtroppo ma va bene lo stesso! Incrocio le dita e grazie ancora! Pasquale

Pasquale Passarelli ha detto...

...tra l'altro mi sono iscritto anche al gruppo facebook, grazie anche per quello!

TeachToFly ha detto...

Guarda, Londra la lascerei comunque perdere se hai alternative: si spende un casino per vivere. Se tutto va bene e ti piace Londra, vienici a fare l'anno di prova come ho fatto io. In bocca al lupo!

Matteo81 ha detto...

Ciao! Mi trovo da qualche mese a Londra e che dire. Anche a me balena da un pò in testa l'idea dell'insegnamento! Io sono laureato in Ingegneria Meccanica ma da sempre ho dato lezioni private di matematica a ragazzi delle medie e delle superiori. Che dire..Magari potessi provare una esperienza del genere qui! Qualche giorno fa sono stato all'Imperial College e mi hanno detto che la mia laurea è riconosciuta e volendo potrei anche fare dei corsi qui all'università. Una domanda, ma tu i curriculum li hai inviati prima o dopo aver intrapreso il tuo percorso di abilitazione all'insegnamento? In ogni caso, come mi converrebbe muovermi? A me convince molto il GTP, penso sia l'ideale. aspetto tue notizie, Matteo.

TeachToFly ha detto...

@ Matteo
Per un GTP devi andare a trattativa con le scuole. Puoi rispondere ad annunci su TES dicendo che non hai l'abilitazione ma saresti interessato a un GTP oppure scrivere alle Local Authorities di Londra o di altre zone. Alcune persone che conosco sono state prima assunte come assistenti (TA o LSA) e poi gli e' stato offerto un GTP. Per un PGCE fai ancora in tempo a chiedere, anche perche' andresti a fare Mate o Fisica che sono richieste, ma devi iniziare la procedura subito tramite www.gttr.ac.uk Potrebbero chiederti un booster o un enhancement course prima di cominciare, da Ingegneria, dipende un po' dalle singole universita'. Se vuoi ci possiamo vedere: sto anch'io a Londra. In caso, a anche solo per ulteriori info, scrivimi alla mail che trovi nei commenti. Anche il gruppo fb citato sul blog potrebbe esserti utile. Ciao!

Anonimo ha detto...

Ciao sono Matteo, purtroppo ho dimenticato la password ed è un casino. Per me va bene..Possiamo vederci. Sto bazzicando da un bel pò sul web ma ancora ho le idee un pò confuse. Parlarne dal vivo penso sia decisamente meglio. Io abito nei pressi di Oval, ma col 3 ol il 159 in 10 al max 15 minuti sono in centro. Possiamo vederci anche stasera. Fammi sapè, Matteo.
P.s.: Grazie di aver risposto.

TeachToFly ha detto...

Ciao Matteo! Per me sarebbe meglio vederci la settimana prossima (anche la prima parte) perche' fino al weekend ho un delirio di impegni scolastici ed extra. Se vuoi scrivimi via mail: radagast1974@yahoo.it E' piu' facile per tenerci in contatto e per chiedermi cose piu' specifiche prima di incontrarci di persona. Buona giornata!
Marco

stexpress ha detto...

Bello, questo blog, sto insegnando in Inghilterra da 2 anni. Ho fatto il PGCE e sto faccendo l'Induction. L'unica cosa che non ho visto nel tuo blog e' la vita reale del professore. Non so tu, ma per me e i miei colleghi di corso la vita e' molto dura. Si lavora almeno 10 ore al giorno e nelle scuole di Londra ci sono enormi problemi di comportamento. Se lavorate in una accademy o in una comprehensive school passerete la maggior parte del tempo a gestire il comportamento degli alievi piu' che a insegnare. Vi assicuro che fare un anno cosi' e' abbastanza demotivante. La maggior parte dei mei colleghi infatti ha gia' lasciato. Insomma in UK c'e' posto perche' il lavoro da insegnante e' davvero duro e pochi se la sentono. Detto questo, se davvero ve la sentite, fatelo, per lo meno avrete delle opportunita’.

TeachToFly ha detto...

La mia esperienza e' ugualmente impegnativa ma, in un certo senso, piu' positiva. Insegno tuttora in un'Academy e l'anno di Induction e' stato molto duro, come ho scritto qui e come puntualizzo sempre a chi mi chiede info in privato. Ritengo che parte di questa difficolta' sarebbe evitabile e dovuta al fatto che, mentre in Italia il controllo sull'operato dei docenti e' quasi nullo, qui c'e' una pressione esagerata.
Per me, comunque, e' valsa la pena almeno per tre motivi: la mia passione per l'insegnamento e l'educazione in genere, la qualita' del training ricevuto e le competenze che ho maturato e che mi portero' dietro anche se tornassi ad insegnare in Italia o altrove in Europa. Chiaramente la passione e la motivazione sono un fatto soggettivo.
A titolo di incoraggiamento ti posso dire che:
- l'Induction e' duro, ma poi tutto diventa molto piu' semplice, sia perche' non sei piu' "sotto esame" sia perche' con l'esperienza impari a fare tutto con molto meno tempo ed energie
- dopo l'Induction, visto il sistema "flessibile" di qui, e' abbastanza facile cambiare scuola e spostarti verso un tipo di scuola e una fascia di eta' con cui ti trovi meglio. Io per esempio mi sto specializzando in sixth form.

In bocca al lupo per l'ultimo term. Se hai voglia di vederci sono a Londra anch'io e puoi contattarmi al mio indirizzo mail che trovi fra i messaggi sopra.

Angela ha detto...

Ciao Marco!
Complimenti per il blog perché è davvero interessantissimo!!!
Tra pochi giorni discuterò la tesi della Laurea Magistrale in Lingue e Letterature Europee ed Extraeuropee. Ho già una Laurea Triennale in Lingue e Letterature Straniere e per fortuna da quando ho iniziato l'Università ho sempre lavorato come insegnante di Inglese in corsi di recupero, scuole private e corsi serali. Vorrei provare anch'io ad intraprendere la strada dell'insegnamento in Inghilterra, naturalmente giocandomela con Francese e Italiano. Sto anche prendendo la Certificazione DITALS II che abilita all'insegnamento dell'Italiano a Stranieri. Volevo sapere se per caso posso contattarti anche via mail o su Facebook (mi sono iscritta al gruppo European Teacher) per chiederti un po' di dritte e consigli. Ho anche sentito parlare della possibilità di fare domanda come lettore di Italiano in Università e volevo sapere se tu avevi qualche info in più in proposito. Per ora ti saluto e ti auguro Buona Pasqua!!!
A presto,
Angela

TeachToFly ha detto...

@Angela

Contattami tranquillamente. La mia mail e' nei post precedenti. Nelle prossime settimane saro' in vacanza (casa!!!) e avro' tempo di risponderti con calma.

Marco

lavinia ha detto...

Ciao!!per prima cosa vorrei ringraziarti per aver creato questo blog..è illuminante!!in secondo luogo vorrei chiedere una piccola informazione...sono laureata in scienze per la comunicazione e sto per finire la specialistica in comunicazione multimediale.mi piacerebbe tanto insegnare in una scuola primaria..secondo te, quale percorso sarebbe il più adatto da seguire..spero potrai aiutarmi..e grazie mille!!

TeachToFly ha detto...

@ lavinia

Ci sono PGCE specializzati per la scuola primaria, quindi puoi provare ad entrare lì. Prima ti muovi meglio è perchè rischi di avere abbastanza competizione da parte dei madre lingua. Alla secondaria potresti insegnare Media. Se ti servono altre info scrivimi e/o consulta il gruppo facebook.

Marco

lavinia ha detto...

Ciao!grazie per avermi risposto così prontamente!
Ne approfitto per chiederti qualche altra piccola info..
Sono andata sul sito del gttr e ho cercato qualche sede e provider disponibili. Quello che vorrei sapere è come faccio a dimostare il livello GCSE? per esempio io ho fatto lo scientifico e ho lo ielts 7.00..e poi, sono molti i provider che richiedono un minimo di esperienza nell'insegnamento..cosa che invece non ho..mamma mia che confusione!!

TeachToFly ha detto...

@lavinia

Sì, è abbastanza confuso. Sull'esperienza di scuola la cosa migliore è fare qualche giorno di osservazione in qualche scuola Inglese. Prendi qualche giorno di vacanza e manda (con largo anticipo) mail a tantissime scuole chiedendo di stare lì a fare osservazione per un giorno o due. Statisticamente, qualcuno ti risponderà. Ma devi giocare di anticipo: in certi periodi c'è un sacco di gente che lo chiede.

Sul GCSE spesso le Università si dimostrano più rigide di quello che pensavo, a volte in maniera del tutto idiota (tipo non riconoscere il GCSE in Inglese a laureati in Lingue!!!). Forse la cosa migliore è quella che ho fatto io: fare domanda SOLO in Università che offrono l'equivalency test (non sono poche). Oppure prendi contatti informali con le università e accertati che ti riconoscano il GCSE PRIMA di chiudere la procedura e indicarli fra le tue priorità. Così eviti brutte sorprese. Se vuoi altre info puoi scrivermi al mio indirizzo e-mail che trovi nei messaggi precedenti: forse è più comodo.
In bocca al lupo! E tieni conto che insegnare quassù può essere di grande soddisfazione ma è anche DURO e ti servirà molta motivazione!

Anonimo ha detto...

Ciao, ti ringrazio per tutte le belle informazioni che ci hai fornito, e non so se ti chiedo una cosa troppo specifica: secondo te con una laurea in Filosofia con tre esami di storia mi prendono al tda per fare gli esami integrativi per insegnare Storia? Sarei anche interessato a insegnare religione, da un punto di vista critico, visto che sono non-credente, ma poi non so se i presidi mi chiamerebbero.
Vorrei laurearmi in Storia (visto che sono ancora agli inizi) ma poi non è prevista Laurea Magistrale in Italia per cui sono un po'indeciso.
In ultimo non ho ben capito se si insegna Storia e Geografia tutte insieme come allle medie inferiori in Italia.
Ti ringrazio
Ale

TeachToFly ha detto...

@Ale.
Se stai iniziando adesso i tuoi studi, tieni presente che nel periodo fra qui e la tua laurea potrebbero esserci dei cambiamenti. Uno potrebbe riguardare Filosofia, che al momento non e' molto presente nei curricula (e di conseguenza non ci sono corsi specifici) ma potrebbe diventare piu' diffusa e popolare.
Da una laurea in Filosofia puoi comunque accedere a Humanities, che include storia, geografia e spesso religione, oltre a materie come sociologia, psicologia e filosofia studiate come materie specialistiche gli ultimi anni.

Religione, nelle scuole statali non confessionali, e' una materia laica come filosofia e nessuna scuola potrebbe discriminarti sulla base della tua fede o non fede, a meno che non sia una scuola confessionale. Potresti avere problemi se ti metti a fare fanaticamente lezioni di ateismo o a mettere in ridicolo le diverse religioni che tratti, ma se vuoi insegnare religione non penso che sia questo il tuo proposito.

Comunque tieni conto che, specialmente all'interno di Humanities, potresti abilitarti in una materia e facilmente spostarti su un'altra. I problemi, in caso di incongruenza con corso abilitante e/o laurea, potrebbero arrivare se tu richiedessi il riconoscimento della tua abilitazione in Italia. Tale abilitazione, infatti, deve avvenire nel quadro di una particolare classe di concorso (materia di insegnamento).

Precisazione, in Inghilterra NON c'e' un sistema in base al quali "il preside chiama" (la chiamata diretta: sparuracchio dei prof. italiani...) La scuola assume con un processo di selezione interno ad essa di cui il preside e' parte ma non e' l'unico decisore. I posti DEVONO essere pubblicizzati su quotidiani nazionali, le domande che arrivano devono essere scremate secondo i criteri che la scuola stessa (o piu' spesso il municipio locale) ha fissato e reso pubblici e la scelta finale deve essere giustificabile secondo tali criteri E condivisa fra almeno tre persone, di cui una e' il capo dipartimento per la materia che si va ad insegnare.

Anonimo ha detto...

Ciao Marco grazie del blog!
E da qualche anno che vivo in Inghilterra dove ho conseguito la laurea in art/design Londra con first Hon.
Nonostante 7 anni vissuti on and off tra Londra e Barcellona ho dei seri dubbi riguardanti il livello del mio Inglese.
Gli insegnanti stranieri sono percepiti bene all' interno delle scuole?
Grazie Alessia

TeachToFly ha detto...

@ Alessia.
Gli insegnanti stranieri nelle scuole di Londra sono abbastanza la norma (come gli alunni stranieri, del resto) quindi non è questo che dovrebbe preoccuparti. Conta che nel mio dipartimento ci sono io, una ragazza belga, una signora indiana, e due ragazze di Londra ma di seconda generazione, una del Bangla Desh e una della Nigeria. E adesso hanno assunto un sudafricano. Per di più, la natura "pratica" delle materie che insegneresti rende anche più semplici le cose.
Questo non significa che diventare insegnante sia una passeggiata: non lo è neanche per gli inglesi madrelingua. Se sei a Londra, perchè non cerchi un posto a scuola da assistente (anche part time, se hai un altro lavoro)? Così di fai un'idea.
Se pensi di entrare in un corso PGCE il titolo di diploma italiano potrebbe crearti qualche problema in alcune università. Su questo manderò un post apposito in breve. Se vuoi altre info mandami pure una mail: l'indirizzo è fra i commenti.

Claire ha detto...

Ciao a tutti! :)
Io ho 21 anni,e sono al secondo anno di una triennale in lingue..inglese e francese..
Ho le idee piuttosto confuse in realtà,e sono davvero terrorizzata dall'idea di dover fare la commessa o la cameriera per sempre :S
Da settembre sarò in erasmus a Cardiff.. E sto cominciando a pensare a cosa fare dopo la laurea,ho sempre pensato ad un master,ma non saprei neanche in cosa..
Secondo voi cosa mi converrebbe fare? Io cerco di informarmi,ma ovunque guardo leggo commenti come:
-diventare insegnante all'estero è impossibile
-i master previsti x i laureati in lingue sono inutili

E tutto questo mi scoraggia moltissimo.. Io vorrei davvero riuscire ad ottenere un lavoro gratificante.. Sia come insegnante in Inghilterra,che come anche altro,ma sempre in Inghilterra..
Però per dirvi,che faceva la cameriera l'anno scorso a Londra (ci ho passato 3 mesi d'estate) c'era anche una ragazza già laureata in lingue che non aveva trovato niente..
Diciamo che voglio fare un master,ma non so se ne vale la pena(per il costo anche!!)

Anonimo ha detto...

ciao!!! bellissimo blog, complimenti! Io ho l interview per PGCE Secondary MFL lunedì prossimo e mi sto preparando..ho un po' di fifa...ho fatto una giornata di lesson observation (5 lezioni per l esattezza) e per ottenerla mi ci è voluta una vita...mi chiederanno ulteriori lessons da osservare??? Se mi procurassero loro le scuole, piuttosto che farmi perdere tempo a mandare 3000 mail ed elemosinare una observation!!!! :-)

TeachToFly ha detto...

@ Anonimo. Se ti hanno invitato vuol dire che non considerano l'osservazione una condizione necessaria (almeno spero) ma solo desiderabile, quindi quello che hai fatto hai fatto. Ormai dovresti aver ricevuto una descrizione delle cose che ti saranno richieste all'interview, quindi preparati su quelle. E poi allenati a rispondere a domande sulle tue motivazioni, sulle tue qualità, sui tuoi punti di forza e di debolezza etc. Se hai "buchi" nel curriculum o se altre università non ti hanno scelto potrebbero chiederti di giustificarlo, in qualche modo.
In bocca al lupo! Se vuoi scrivimi in privato o iscriviti al gruppo Facebook "European teachers" dove c'è un po' di gente che sta affrontando interviews o le ha già passate, anche per MFL.

alex ha detto...

Ciao sono stupefatta da questo blog.Sono laureata in Lingue e Letterature vecchio ordinamento inglese 1a lingua e spagnolo 2a lingua, non sono abilitata ma ho esperienza e sono cresciuta bilingue(mamma inglese),vorrei tanto abilitarmi in inglese ed insegnare preferib nelle primary.Vorrei fare un GTP visto che ho superato i trenta(anni di precariato),cosa succede se si torna in Italia con una abil nelle primary visto che qui si considera laurea idonea sc della form primaria e non la laurea in lingue?Se aggiungessi esami singoli di letteratura italiana(ne ho solo 1 mi hanno detto che bisogna averne tre almeno) potrei insegnare italiano o quello lo possono insegnare solo i laureati in lettere?la dicitura della mia laurea è facoltà di lettere e filosofia:Laurea in lingue e letterature straniere.Aiuto che confusione!Grazie infinite attendo con trepidazione

Anonimo ha detto...

Ciao, mi chiamo Luca. Anche a me sta passando per la testa l'idea dell'insegnamento, ho una laurea quinquennale in Matematica...Solo che ho dei dubbi su come potrei(e se posso) concretizzare questa cosa. Come deve essere il livello d'Inglese? Vivo oramai qui a Londra da 5 mesi e sono stato in passato qui in UK per bevi periodi. Alla Callhan mi hanno attribuito un livello 6 (Intermediate) anche se i miei amici sia italiani che stranieri dicono che sono Advanced. So che la domanda, dal sito del GTTR, scade il 30 Giugno, solo che mi viene un blocco nel compilarla perchè mi chiedo: "Ne vale la pena"?. E soprattutto non ho lo IELTS o il TOEFL, posso fare ugualmente domanda richiedendo ad una Università di seguire un PGCE e studiare per lo IELTS contemporaneamente?

Anonimo ha detto...

Vabbè...Come non detto. Callan, lol:)

TeachToFly ha detto...

@ Alex
Il GTP funziona a trattativa con la scuola che ti deve assumere: è un vero e proprio contratto di lavoro. Quindi bisogna "cercarselo" un po' di più e francamente non so bene da dove si debba cominciare. I GTP che conosco dalla mia scuola, prima erano assistenti o tecnici nella stessa scuola.
Per il PGCE, comunque, non farti spaventare dal fattore età. Io l'ho fatto a 32 anni e mi sono trovato benissimo. Fra l'altro, benchè la maggior parte dei corsisti fossero bimbi di 24 - 25 anni, ce n'erano anche sopra i 40.

I riconoscimenti sono un ginepraio. Sulla primaria so poco e niente. La cosa migliore è provare ad informarti direttamente dalla dottoressa Greco al ministero della pubblica istruzione. Magari hanno precedenti di domande simili e ti sanno dire come si sono regolati.
Che io sappia, se decidono che ci sono dei "buchi" che non combaciano nel tuo percorso di abilitazione, possono darti misure compensative come prove attitudinali, esami, tirocini etc. Non so cosa succeda se i buchi sono nel tuo percorso di laurea.

Se hai altre domande, ti segnalo il gruppo Facebook dove anche altri possono risponderti: "European teachers - Insegnanti in giro per l'Europa"

TeachToFly ha detto...

@ Luca

Sei un po' al limite per la domanda: spesso si entra nella procedura diversi mesi prima. Però ti incoraggerei a provare contando che Matematica è una materia di cui c'è scarsità, quindi molte Università non saranno riuscite a riempire i posti a disposizione.

Per la lingua... io sono partito nella tua stessa situazione (livello intermidiate secondo il British Council, ma buona comunicativa) e alla fine mi è andata bene. Molto dipende da quanto sei sicuro di te stesso e della tua passione per l'insegnamento e l'educazione.

L'IELTS ti serve se l'università lo richiede e da quanto sto vedendo non tutte lo richiedono per il PGCE. Se te lo richiedono, è un'esame una tantum che puoi ripetere finchè non lo passi. L'unico ostacolo potrebbe essere, ancora, il tempo. Se te lo richiedono dovrai darlo e passarlo prima dell'inizio di ottobre, quando il corso comincia.

Segnalo anche a te il gruppo Facebook di cui sopra. Se vuoi contattami pure in privato alla mail che trovi nei commenti: vivo a Londra anch'io. Marco

Anonimo ha detto...

Grazie mille!Non ho parole per la tua disponibilità.
Alex

Anonimo ha detto...

Confermo...Grazie della disponibilità. Ho compilato la domanda da poco solo che manca la parte del "referente". Speriamo che il mio relatore riesca a compilarla..Grazie ancora, Luca.

TeachToFly ha detto...

@ Luca. Se il tuo relatore dice che non ha tempo, puoi anche offrirti di scriverla tu stesso e di inserirla dalla sua mail. E' assurdo, lo so, ma io ho dovuto fare così...
In bocca al lupo!

Anonimo ha detto...

Il problema che potrebbe porsi è che magari non riesca a capire bene come vada compilata e soprattutto se riesca a capire o meno l'Inglese..heheh. Luca.

Anonimo ha detto...

Ciao!
Vorrei gentilmente sapere, con una Laurea triennale in Economia e Commercio che cosa potrei insegnare?

Anonimo ha detto...

Ciao,
Ti ringrazio innanzitutto per l'utilità del blog! lo trovo davvero interessante... Io sono laureato in Chimica con un PhD in Chimica Organica, ho un livello di inglese certificato CAE (che non so se sia sufficiente) ed ho esperienza lavorativa in aziende chimiche. Dopo tutte queste prove ho deciso che l'insegnamento è la cosa che mi soddisfa di più... dove il rapporto con gli studenti e i colleghi è vero ed umano...

Volevo chiederti 3 cose:

1)con la crisi economica si trovano ancora posti di lavoro per docenti di chimica?

2)E' più probabile trovare scuole in grandi città o in periferia?

3)Lo stipendio di un docente abilitato (io non lo sono ma mi piacerebbe abilitarmi in UK) è sufficiente per sorpravvivere in una città come Londra?

Ti ringrazio per l'aiuto!

Anonimo ha detto...

Ciao ragazzi e complimentoni per il blog. Volevo porre una domanda: sono un insegnante precario che dopo 4 anni di delirio italiano sta pensando di trasferirsi a settembre a Londra. Sono un "plurispecializzato": infatti dopo la specializzazione in discipline giuridiche ed economiche (in Italia la calsse di concorso A019), ho preso anche quella come insegnante di sostegno (se non mi sbaglio in Inghilterra si chiama Special Needs). Sto già preparando la documentazione da inoltrare per avere il QTS. Quando sarà possibile andare a fare i colloqui nelle scuole, posso scegliere le materie che più mi aggradano? Ad esempio io sono laureato in Scienze Politiche indirizzo storico, con tesi in Storia contemporanea. Al colloquio devo dimostrare di padroneggiare la lingua, ovvio, ma su quali materie potrei puntare?
e la mia specializzazione come insegnante di sostegno è spendibile facilmente?
grazie mille! Marco

TeachToFly ha detto...

@Anonimo con il PhD in Chimica.

Sono Chimico anch'io e per esperienza posso dirti che ci sono ancora parecchie opportunità per insegnare qui. La crisi ha reso il mestiere di insegnante più appetibile, ma c'è sempre scarsità per Chimica, Fisica e Matematica, tant'è vero che per queste materie ancora quest'anno pagano una borsa di studio di 9000 pounds per frequentare il PGCE (per Biologia è stata ridotta a 6000).

Per il luogo dove cercare, nelle grandi città ci sono più posti e più turnover, ma se non hai interesse a stare in un posto in particolare puoi cercare a tutto campo in UK e questo accrescerebbe le tue possibilità. Comunque questo al momento è prematuro: quello che devi fare per prima cosa è trovare un PGCE o un GTP, quindi devi andare dove te lo offrono, che sia Londra o York come me o altrove. Al momento molte università hanno chiuso le iscrizioni per il PGCE per quest'anno, però, vista la tua materia, forse ti può convenire fare un giro sul sito www.gttr.ac.uk e vedere quali università hanno ancora vacancies per Chimica. Se scrivi a tutti loro, magari qualcuno ti prende last minute per questo Settembre o Ottobre.

Io con lo stipendio da insegnante vivo a Londra in tutta tranquillità, da solo in tre stanze. Se dividessi l'appartamento potrei mettermi anche qualche risparmio in più da parte.

Se vuoi altre info, scrivimi una mail (vedi commenti) o contatta il gruppo facebook "European teachers - Insegnanti in giro per l'Europa". Ciao! Marco

alessia ha detto...

ciao! sono iscritta al corso di laurea in filosofia, e avrei intenzione nel futuro di insegnare all'estero, in inghilterra, ci sono particolari esami che sono richiesti per poter insegnare questa materia (o storia) oppure basta avere la laurea?
facendo domande ad esempio per un PGCE (o altro) come viene attestata l'idoneità linguistica? bisogna fare un test del tipo TOEFL?
non esiste l'insegnamento soltanto di filosofia e storia come in italia in inghilterra? ed un ultima cosa, volendo si puo insegnare italiano nelle scuole pur nn avendo la laurea in lett.italiana? se si come?
grazie per l aiuto! il tuo blog è davvero un isola d'ottimismo...

Anonimo ha detto...

@teach to fly,
sono l'anonimo con PhD in chimica, volevo ringraziarti per i consigli e il supporto.. se quest'anno è troppo tardi vedrò di muovermi per tempo il prossimo... prima di buttare via la mia vita in un'insipida azienda chimica... grazie mille

Anonimo ha detto...

@teach to fly,
sono l'anonimo con PhD in chimica, volevo ringraziarti per i consigli e il supporto.. se quest'anno è troppo tardi vedrò di muovermi per tempo il prossimo... prima di buttare via la mia vita in un'insipida azienda chimica... grazie mille

Anonimo ha detto...

Ciao ragazzi, sarei interessata al PGCE in Inghilterra: ho letto sui vostri post dello IELTS, e mi pare di capire che non sono obbligatori in tutte le strutture. Io ho conseguito il Cambridge Advanced (CAE): pensate che sia assimilabile?

E poi: è sicuro che QTS+NQT siano poi riconosciuti in Italia?

Un'ultima domanda: entro quando vanno presentate le domande? leggo sui vostri posts che i corsi iniziano ad ottobre.

Grazie.
Martina

Anonimo ha detto...

dimenticavo: vorrei insegnare Matematica e Fisica (sono ing.Civile).. credete che sia possibile, visto che fisica è correlata con scienze?
Martina

TeachToFly ha detto...

@ Martina

A York mi sembra che non chiedessero l´IELTS se avevi il CAE. Comunque se hai preso l´Advanced, i test IELTS li dovresti passare molto facilmente. Ogni universita´ si regola a modo suo, ma se sono ragionevoli non dovrebbero chiedertelo.

QTS + NQT e´ riconosciuto in Italia come abilitazione. Nonostante sia ancora in UK (inizio ora il mio quarto anno!) ho fatto tutte le pratiche e ottenuto il riconoscimento.

La differenza di materie pero´potrebbe darti qualche piccolo problema. In Inghilterra i corsi sono o in Mate o in Scienze. Dunque quando chiedi il riconoscimento (ti consiglio di farlo a partire da un PGCE in Maths) il Ministero potrebbe chiederti una misura compensativa per le classi di concorso che includono anche Fisica. La mia, per insegnare Mate e Scienze alle medie a partire da un PGCE in Scienze e Chimica, e´stata molto lieve: una lezione di prova in Mate da tenere in una scuola media da me contattata. Pero´loro decidono caso per caso.

Se vuoi altre info scrivimi o iscriviti al gruppo FB European Teachers.

Buona fortuna!

Marco

Anonimo ha detto...

Ciao Fly,


grazie per il sito, davvero molto utile e stimolante... volevo chiederti una cosa, anche io possiedo il CAE ma ho sentito che sebbene per fare i corsi all'università sia più che sufficiente, solitamente le scuole per farti insegnare pretendono un livello molto più alto, addirittura sembra che neppure il CPE sia sufficiente.. e preferiscono assumere insegnanti madrelingua.. ti ringrazio dell'aiuto..

TeachToFly ha detto...

@ Anonimo. Non so chi ti abbia detto queste cose, ma decisamente non e´ la mia esperienza. NESSUNA scuola mi ha mai chiesto alcun titolo di lingua Inglese. L´essere madrelingua e´ovviamente un vantaggio, ma di solito le scuole lo considerano accanto ad altri fattori (la tua preparazione nella materia, la capacita´di coinvolgere i ragazzi nella lezione di prova che fai etc. etc.) Chiaramente il tuo Inglese deve essere buono perche´devi fare una lezione di prova e un colloquio formale e risultare convincente in ambedue, ma io non ne farei assolutamente una questione di livello certificato.
Poi le cose possono variare da materia a materia. Per Scienze e Matematica hanno bisogno di insegnanti e non possono permettersi di andare troppo per il sottile. Piu´c´e´ competizione per una certa materia, o corso, o per un posto in una particolare scuola, piu´c´e´ rischio di trovare candidati madrelingua con requisiti simili ai nostri.

Anonimo ha detto...

Grazie mille per le informazioni!
come posso mettermi in contatto con te via mail?

Martina

TeachToFly ha detto...

@ Martina. Piu´su nei commenti trovi la mia mail (quarto commento dall´alto). Preferisco non pubblicarla di nuovo per evitare (troppa) spam. Se vuoi, ti consiglio anche di iscriverti al gruppo Facebook European Teacher - Insegnanti in giro per l´Europa. Li´puoi trovare info in piu´e metterti in contatto, oltre che con me, anche con altri che stanno facendo la stessa cosa, magari nella stessa materia che interessa a te.

Marco

Anonimo ha detto...

Caro Marco, volevo chiederti conferma ho sentito dire che il prossimo anno probabilmente saranno abolite le borse di studio per frequentare i PGCE per stranieri... ne sai qualcosa? grazie ci sei di grande aiuto..

TeachToFly ha detto...

@ Anonimo. Non so niente di abolizioni per stranieri e mi sembrerebbe MOLTO strano, con tutte le storie che fanno qui con l´inclusione... a meno che non siano i primi sfoggi di patriottismo di Cameron. Credo che avrebbero dei guai con l´Unione Europea se introducessero una simile disparita´di trattamento...

Ogni anno le borse (per tutti) vengono ridiscusse, quindi nessuno puo´ predire cosa succedera´ l´anno prossimo. Quelle per Biologia e alcune altre materie sono gia´state ritoccate al ribasso. Gia´ altre volte hanno parlato di abolirle ma poi non lo hanno fatto perche´ nessuno si iscriveva al PGCE, specie per Chimica, Fisica, Matematica etc.

Puoi sempre iniziare la procedura e se poi le aboliscono lasci perdere!

Anonimo ha detto...

Ciao Marco! Complimenti per il blog, ho trovato parecchie informazioni utilissime, ma ancora una cosa non mi è chiara. Si sostengono esami durante il PGCE? Difficili? Qual è la differenza tra Postgraduate e Professional Graduate Certificate in Education?
Grazie per l'attenzione che vorrai dedicarmi.
Saluti. Cris

Anonimo ha detto...

Ciao!
Blog molto interessante:)
Volevo sapere se con una laurea triennale in scienze dell'educazione sia possibile lavorare nelle scuole materne inglesi,le nursey school se non sbaglio.
Ho cercato un pò di informazioni ma sono riuscita a trovare poco e niente.
Spero che potrai darmi qualche info in più!
Grazie mille in anticipo!

paola ha detto...

ciao!!
grazie mille per tutte le utilissime info!!io sono laureata da un anno e mezzo in lingue straniere, e dopo variu periodi all'estero tra stage e tirocini ora sono di nuovo in Italia e lavoro come impiegata commerciale..un lavoro che non mi piace e non voglio fossilizzarmi qui.
il mio grande desiderio è quello di insegnare , e ho deciso di prendere due piccioni con una fava ed andarmene in ighilterra, visto che lì le cose sono un pò più semplici e in più io adoro l'England:)
sto cominciando a raccogliere più info possibili per farmi un'idea precisa del èpercorso da seguire..ma le cose da capire sono tante!
volevo chiederti un paio di cose, se puoi aiutarmi..ho capito che per avere una documentazione scritta dell'equivalenza dei certificati italiani con quelli inglesi richiesti bisogna rivolgersi al naric, giusto?
ma, in linea generale, se ho un diploma di maturità scientifica e una laurea specialistica in lingue, dici che possano essere equivalenti ai gcse in English e Mathematics che loro richiedono?

Un''altra domanda: tu hai scelto la strada del PGCE e hai detto di aver usufruito di una borsa di studio. ma è facile ottenere queste borse di studio o bisogna avere determinati requisiti? a quanto ammontano più o meno?

Scegliendo invece la strada del tirocinio nella scuola, si ottiene lo stesso una qualifica di insegnante valida anche per gli altri Paesi?

Ultima domanda..è possibile per uin italiano specializzarsi in inglese? Io ho provato a dare un occhio ai vari PGCE in inglese, e non mi sembra mettano come requisito il fatto di essere per forza inglesi..però, d'altro canto mi sembra un pò assurdo che assumano un italiano ad insegnare lingua e letteratura inglese agli inglesei..

spero tu mi possa aiutare a fare un pò di luce nella nebbia :)

nel frattempo ti ringrazio, il tuo blog è davvero bello e interessante!
paola

Anonimo ha detto...

Salve!

Ho trovato quasi per caso questo blog, ma è veramente interessantissimo!

Io sono un insegnante di Latino e Greco abilitato con qualche anno di insegnamento alle spalle.

Mi piacerebbe insegnare Latino, Classics (o anche Storia e Geografia, per le quali sono pure abilitato) in UK (o in qualsiasi altro posto, se è per questo!).

In quest'ultimo anno, prima di tornare ad insegnare, mi sono preso un Master in Classics all'university of Edinburgh, dove ho anche fatto il tutor di Latino, sicché con la lingua non credo di non avere proprio problemi (avevo 8/9 all'IELTS prima di partire). Sto cominciando a vedere i vari siti di annunci, e sto cercando di capire come muovermi e cosa evidenziare del mio cv.

Io sono laureato in Lettere Classiche, parlo Inglese, Italiano, Spagnolo e Tedesco ad un buono/ottimo livello, più francese (medio, mi sto iscrivendo ad un corso avanzato) e danese (medio-basso). Quest'estate vorrei anche prendermi il diploma di insegnante di Italiano per stranieri.

Vabbè, la faccio corta: le procedure credo di saperle, quel che mi preoccupa sono le referenze, che, da quel che so, vengono sempre richieste dalle scuole. La titolare del corso di latino a edimburgo me le farebbe pure, credo, ma da parte dei presidi italiani non mi aspetto molto (non sanno l'inglese, non credo si disturbino granché a rispondere alle mail, seguono molto poco l'attività degli insegnanti, ecc). Come fare?

Grazie molte!

Francesco

Anonimo ha detto...

Caro Francesco (18.10.2010), io mi trovo in una situazione molto simile alla tua: mi piacerebbe che ci mettessimo in contatto. Se ti va puoi scrivermi a housman@interfree.it. Grazie, Marcello

Salvatore ha detto...

Salve a tutti.

Ho trovato questo blog dopo una disperata ricerca sull'argomento.
Frequento ingegneria informatica (ma non mi sono ancora laureato a causa di problemi personali), ma solo adesso mi sono reso conto voler insegnare lingue.
Visto che sono 18 anni che studio l'inglese per passione (ho frequentato anche dei corsi e sto per ottenere il TOEFL), inizialmente, mi sono dedicato a dare lezioni private qui in Italia. Adesso, però, ho un bisogno disperato di cambiare aria e mi chiedevo se esistesse una certificazione/abilitazione per insegnare l'italiano (come professore, assistente o lettore) in Inghilterra o Stati Uniti, pur non avendo la laurea in lingue.

Grazie in anticipo per l'aiuto.

Salvatore

Anonimo ha detto...

salve,
sono ammirata da questo blog, ho una laurea triennale in biologia della nutrizione ed ho conseguito la laurea specialistica in biologia, inoltre sono anche dietista, mi sapresti dire che proespettive nell'insegnamento a qualsiasi livello anche per esempio insegnare alimentazione per le scuole elementari? il mio inglese è scarso ma sono veramente intenzionata ad impararlo, saprresti darmi dei consigli al riguardo? dovrei fare dei corsi alla british della mia città e prendermi quialche certificato?

grazie mille mille

TeachToFly ha detto...

Per Anonimo (anonima):
La laurea in Biologia ti consente di insegnare Scienze alla secondaria, dove c'è sicuramente meno competizione che alla primaria. Devi essere abilitata qui (tramite uno dei percorsi che ho descritto nel post) o farti riconoscere un'eventuale abilitazione Italiana. Insegnare qui è impegnativo, difficile e a tratti stressante, ma io lo sto trovando di grande soddisfazione. Se vuoi farmi altre domande scrivimi all'indirizzo che trovi nei commenti o tramite il gruppo Facebook "European teachers - Insegnanti in giro per l'Europa". In bocca al lupo!

Marco

Anonimo ha detto...

Ciao,
il tuo blog è davvero completo, ma ho qualche domanda da porti: non ho mai avuto il coraggio di intraprendere la strada dell'insegnamento in Italia, perché mi è sempre parso un suicidio, quindi ho 29 anni e nessuna esperienza in questo campo alle spalle: sinceramente mi sconsiglieresti di provarci in Inghilterra? E inoltre, per insegnare presso una scuola privata, è necessaria comunque l'abilitazione?
grazie mille e continua a scrivere, i tuoi consigli sono preziosi!
Manu

TeachToFly ha detto...

Ciao Manu. Io sono venuto in Inghilterra e ho cominciato tutto il processo a 32 anni, quindi non è troppo tardi. Io avevo esperienza nella scuola Italiana, ma comunque l'età e l'esperienza non sono una discriminante: nei corsi PGCE c'è anche gente di più di 40 anni (oltre che baby teachers di 22!) Se vuoi tentare di trovare un posto in un PGCE l'anno prossimo ti consiglio di muoverti subito perchè più si va avanti verso la primavera e meno posti disponibili rimangono.

Nelle scuole private non è necessaria l'abilitazione, anche se alcune la richiedono. Anche nei sixth form colleges (scuole pre-universitarie o professionali 16-18 anni) a volte non la chiedono.

Se vuoi altre info, scrivimi una mail e/o contatta il gruppo facebook "European teachers - Insegnanti in giro per l'Europa"

In bocca al lupo!

Marco

Anonimo ha detto...

Ciao, grazie per questo bel blog pieno di informazioni utili e di speranza. Io non ho mai insegnato, ma sono laureato in Scienze della Comunicazione (vecchio ordinamento) e ho lavorato per molto tempo come giornalista, per poi restare a spasso dopo la chiusura del quotidiano dove scrivevo. Secondo te con queste credenziali sarebbe possibile insegnare italiano in Inghilterra?
Grazie
Pietro

Anonimo ha detto...

Salve! Strepitoso blog. Io ho una laurea in Scienze Politiche e un dottorato in Storia. Ho insegnato (part-time) italiano in un "Adult Learning Programme", senza nessuna qualifica relativa in un college a Liverpool.
La mia manager mi dice di prendere il Diploma in Teaching in the Lifelong Learning Sector (DTLLS). Forse lei si e' messa in testa che dovrei insegnare part-time per tutta la vita, ma io ho altre idee.Sto pensando seriamente di prendere un PGSE ma qui ho dei forti dubbi sulla scelta: Post-Compulsory Education & Training o History? E poi quali sono i programmi? Nel senso che io nonostante il mio PhD so pochissimo di Storia del Regno Unito. Hai o avete delle notizie a tal proposito??Cosa mi consigliate il primo o il secondo? Grazie

TeachToFly ha detto...

Per Piero, potresti prendere un PGCE (o altro percorso abilitante) in Lingue sulla base del tuo essere madrelingua Italiano. Tuttavia con il solo Italiano si fa poco. Dovresti avere altre lingue, anche a livello base. Oppure insegnare Media o Business o Sociologia, in cui prendono vari laureati come te. Il primo passo e' prendere il QTS in una qualunque materia. Poi puoi insegnarne altre, a seconda dei lavori che si rendono disponibili.

TeachToFly ha detto...

Per (l'ultimo) anonimo. Se vuoi avere l'opzione di lavorare a scuola, devi prenderti un titolo che conduca al QTS (Qualified Teacher Status). Quindi, la prima cosa e' accertarti che il corso che prendi conferisca questo titolo.

Per Storia, non ti preoccupare troppo: e' impostata in maniera molto (troppo!) monografica e basata su "skills" storiografiche. Di conseguenza, ogni insegnante ripassa quello che deve insegnare, ma non e' un problema: lo fanno tutti. Tieni conto che comunque la tua preparazione complessiva sara' superiore a quella dei tuoi colleghi. Qui uno studio sistematico di tutta la storia non lo fanno MAI, e ho conosciuto laureati in storia che non avevano MAI studiato la rivoluzione francese, per dire.

Tieni presente che questi titoli sono non specifici, quindi ti puoi abilitare in una materia e poi insegnarne un'altra se dimostri di avere le basi. Non sono sicuro al 100% sull'insegnamento agli adulti e su questo la tua manager ti potrebbe dare info utili. Per quanto ne so, molti college non richiedono alcuna qualifica per quello che stai facendo (a parte una laurea qualsiasi).

TeachToFly ha detto...

Per tutti coloro che leggono il blog e vogliono chiedere info. Il modo piu' rapido di rispondervi e' se mi mandate una mail all'indirizzo che ho postato sopra. Se poi siete su Facebook e vi iscrivete al gruppo "European teachers - Insegnanti in giro per l'Europa" vi possono rispondere anche altri. Il gruppo e' pubblico e per accedervi non e' necessario aggiungere ne' me ne' altri fra i propri contatti Fb.

Anonimo ha detto...

Grazie mille da Liverpool! Ho capito che un qualsiasi PGSE non preclude la possibilita' di insegnare altre materie. Mi sembra pero' chiaro, da quello che leggo, che non hai la liberta' di insegnamento nel senso che devi seguire un "codice" rigido da parte del tutor o della scuola. La mia preoccupazione piu' grande e' l'inglese e la specificita' dei termini all'interno sia del corso che della scuola. Grazie mille!

TeachToFly ha detto...

@ Anonimo. Sul livello di Inglese specifico, non ti preoccupare troppo: lo impari strada facendo. Le parole chiave si capiscono studiando il libro di testo e i test di esame con i relativi schemi di correzione. L'importante è che il tuo Inglese "generico" ti consenta di comunicare efficacemente e, nel caso di materie umanistiche, di correggere temi.

Sulla "libertà di insegnamento", dipende cosa intendi. Quando sei in formazione hai più vincoli, nel senso che devi seguire il feedback di chi ti forma, che può essere più aperto (fai quello che vuoi, purchè "funzioni" in termini di risultati misurabili e di disciplina) o più prescrittivo sulle tecniche da utilizzare. Quando hai finito la formazione in moltissime scuole sei libero di elaborare un tuo approccio, utilizzando quello che ti è stato insegnato come punto di partenza.

Una "limitazione" importante è il fatto che qui i voti legali vengono attribuiti da test oggettivi, quindi c'è una forte pressione ad "addestrarli a passare l'esame".

Tutto questo ha dei limiti. D'altra parte in Italia la "libertà di insegnamento" si traduce spesso in fare come ti pare, a volte fare poco e in ogni caso non rendere mai conto a nessuno di quello che fai. Anche questo non è ideale.

Pietro ha detto...

Ciao,
ti avevo scritto un messaggio a metà febbraio riguardo le possibilità d'insegnamento con una laurea in scienze della comunicazione vecchio ordinamento (vo). Oltre a ringraziarti per l'esauriente risposta, volevo chiederti se fosse possibile per me insegnare storia visto che sono un appassionato della materia anche se non ho una laurea di questo tipo e non ho mai fatto lavori legati a questo argomento. Avendo letto una risposta che avevi dato ad un ragazzo che era intervenuto sul tuo blog dopo di me volevo sottoporti questo quesito.

laura ha detto...

ciao Marco, il tuo blog e' un tesoro di informazioni! Il TDA ti dovrebbe pagare! Un aiutino: sto facendo domanda per il PGCE in MFL, ma sto cercando di fare un po' di esperienza a scuola prima, magari facendo volontariato come classroom assistant. Mi dai dei consigli su cosa scrivere nella lettera di domanda per le scuole? devo allegare il mio cv? al momento lavoro in azienda - no esperienza. grazie, claudia

laura ha detto...

ehm, non ho una doppia identita'! claudia e' la mia amica che mi ha suggerito di postare :-) grazie, laura

Anonimo ha detto...

Ciao!
Blog molto interessante:)
Volevo sapere se con una laurea triennale in scienze dell'educazione sia possibile lavorare nelle scuole materne inglesi.
Ho cercato un pò di informazioni ma sono riuscita a trovare poco e niente.
Spero che potrai darmi qualche info in più!
Grazie mille in anticipo!

Anonimo ha detto...

Ciao! Desidero farti i complimenti per il tuo blog, da una speranza a chi vorrebbe insegnare, soprattutto in UK.
La mia domanda è questa. Ho una laurea in lingue e letterature straniere (Inglese e Spagnolo). Mi piacerebbe molto insegnare letteratura inglese, avendone studiata un bel po'. Sarebbe possibile? o l'insegnamento della letteratura inglese compete solo agli inglesi? In alternativa cosa potrei insegnare di umanistico?
Grazie davvero:)

Anonimo ha detto...

Ciao!

Marco, cosa insegni? In quale città? Da quanti anni?
(Quest'era la parte di "curiosità personale")

Io vorrei fare la lettrice di italiano all'università (per esempio in Brighton). Ho fatto la triennale in lingue, e ora sto preparando l'esame ditals II.

Ma la ditals vale come una abilitazione per l'insegnamento o devo rileggere attentamente la prima parte del blog e scegliere uno dei percorsi?

Grazie, ciao: Aniko

TeachToFly ha detto...

@ Aniko

Io insegno a Londra da due anni e mezzo, Scienze generali e Chimica e Biologia a livello avanzato. Sono in UK da tre anni e mezzo perchè il primo anno facevo il corso PGCE per abilitarmi.

Il corso PGCE e gli altri percorsi descritti in questo blog sono richiesti per insegnare a SCUOLA, non all'Università. E' un requisito di legge che per insegnare nelle scuole pubbliche uno debba essere qualified (abilitato. Per l'Università non so moltissimo, nè sugli accessi nè sulle qualifiche richieste, ma credo che le cose siano meno rigide (per quanto, forse, più difficili, con più competizione). Se vuoi altre info mandami pure una mail all'indirizzo che trovi nei commenti.

Marco

Anonimo ha detto...

Grazie mille!
Buona serata, Anikó

lucilla ha detto...

avrei un consiglio da chiederti: sono insegno inglese in italia nel privato e nell'università già da qualche anno, ma quest'estate vorrei lavorare come insegnante (o anche come team leader) in qualche college. ci sono dei siti che possono aiutarmi? grazie!!!

TeachToFly ha detto...

@ Lucilla
Per quanto riguarda i sixth form colleges (scuole 16-19), guarda le offerte su www.tes.co.uk o su www.fejobs.co.uk Tuttavia, questi non sono lavori stagionali, e probabilmente non sono offerti d'estate.

Se invece intendi scuole estive di Inglese per stranieri, non sono molto sicuro su come muoverti. Certo, in Inghilterra ti troveresti in competizione con gli insegnanti madrelingua, che sono particolarmente preferiti per l'insegnamento dell'inglese a stranieri. Forse sarebbe meglio trovare posto in un corso estivo di italiano, se il tuo obiettivo e' di fare un'esperienza qui.

Se vuoi mandami una mail (e' nei messaggi) e spiegami piu' di preciso a cosa stai pensando. Magari mi viene in mente qualche suggerimento piu' specifico o qualcuno a cui orientarti.

Marco

dome ha detto...

ciao, prima di tuttto complimenti per il blog.
nell'istruzione inglese in quali classi si insegna musica???
Io sono diplomato al conservatorioin clarinetto(v.o.), è un titolo utile per insegnare???

ti ringrazio anticipatamente per la risposta

MicrOO ha detto...

Davvero un bel blog e molto utile! Grazie mille per le informazioni utili che hai scritto e le numerose dritte...spero di leggere ancora altro, visto che ti ho scoperto solo ora! Anch'io con l'idea di partire per gli UK ad insegnare musica...

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti! C'è una cosa che non ho capito e che probabilmente mi è sfuggita fra tutti questi commenti! Il riconoscimento dei titoli dal Naric quando si fa? Devo farlo prima di inviare l'application o anche dopo?

Anonimo ha detto...

Ciao, io vorrei delle informazioni in merito all'insegnamento negli asili nido, in quanto è il lavoro che svolgo in italia. Non ho una laurea ma ho l'abilitazione avendo ottenuto il diploma di liceo sociopsicopedagogico. Che tu sappia potrei ottenere l'abilitazione per insegnare negli asili inglesi?

TeachUK

Anonimo ha detto...

Situazione Educazione fisica in Inghilterra?Tra poco mi laureo in Scienze motorie in Italia e vorrei sapere se mi basta fare il corso universitario+tirocinio(PGCE)e poi colloquio di lavoro.Vorrei sapere se c'è richiesta in Inghilterra di prof di Ed.fisica... Grazie in anticipo a tutti!

Maria ha detto...

Ciao Marco, sono un'insegnante di lettere nella scuola media inferiore, di ruolo dal 2001. Vorrei trasferirmi in UK o in Irlanda e sto richiedendo il QTS. Nel frattempo ho provato comunque a rispondere ad annunci in rete sia di università che di scuole britanniche per insegnare italiano ma sinora mi hanno ignorato. Considera che circa 20 anni fà conoscevo l'inglese ad un ottimo livello mentre attualmente sono un'advanced semplicemente arrugginita e questo è il livello che ho indicato nel cv (europeo) inviato in risposta agli annunci. Inflazione e concorrenza di altri docenti italiani? Scarsa in inglese? CV europeo che mi hanno detto non essere gradito? Mancanza del QTS e del riconoscimento dei titoli nel CV? Potrebbe migliorare la situazione venire lì e frequentare un training, benchè superfluo, mentre ottengo ad esempio lo IELTS?
Ho davvero bisogno di aiuto... dell'Italia non ne posso più...
Grazie mille :-)

Maria

Anonimo ha detto...

Io sono laureata in Scienze dell'Educazione, mi aiutate a capire cosa devo fare?Grazie!

Anonimo ha detto...

Buongiorno!
ho letto attentamente il tuo blog e sono contenta di essermi imbattuta in te.
Sono un'insegnante di Economia Aziendale presso degli istituti tecnici di Roma e provincia, ma mi piacerebbe andare ad insegnare in Inghilterra. Sto facendo tradurre il mio certificato di abilitazione, parlo correntemente inglese e francese. Ho scaricato il modulo per richiedere il QTS, che va poi mandato a Birmingham, ma il mio baccalaureato francese non so se riuscirò ad ottenerlo. Ho anche insegnato Matematica perché la mia laurea me lo consente. Che cosa mi consigli di fare? Io ho una abilitazione per insegnare Economia Aziendale.
Grazie
Claudia Marinelli.

TeachToFly ha detto...

Ciao Claudia. Mi puoi scrivere in privato su radagast1974@yahoo.it o tramite il gruppo Facebook "European teachers - Insegnanti in giro per l'Europa"? In brevissimo, per trovare lavoro qui, oltre a farti riconoscere l'abilitazione, devi diventare abbastanza esperta del sistema Inglese da passare un colloquio di assunzione con una scuola, compresa una lezione di prova. Ci sentiamo via mail per maggiori dettagli. Marco

Carlo ha detto...

Ciao!
Innanzitutto volevo dirti che il tuo blog è veramente chiaro e ricco di informazioni.
Io sto per andare a Londra e vorrei cimentarmi nell'insegnamento. Io ho una laurea triennale in Fisica e volevo ciederti due delucidazioni:
1)Il QTS è necessario per poter insegnare in una qualsiasi scuola inglese?..anche nelle scuole private?
2)Per poter insegnare in UK è necessario avere un certificato di lingua inglese?
Grazie dell'aiuto

Anonimo ha detto...

Ciao, complimenti per il blog, veramente utile. Vivo a Londra da 15 anni e solo quest'anno ho deciso di fare domanda per il pgce. Ho già visitato due scuole nelle quali ho trascorso una settimana. Vorrei insegnare Francese e Italiano, anche se ho una laurea vecchio ordinamento in scienze politiche. Quello che mi spaventa di piú é il test per l'equivalenza ai gcse in matematica. Ho una maturità professionale e la matematica é per me arabo. Il Naric non mi ha riconosciuto la scuola media come equivalente ai gsce e la maturità è stata riconosciuta a livello di btec livello 3 (a levels).
Qualche consiglio sul test di matematica?
Oltre al pgce e al gtp c'é anche la pssibilità di fare il SCITT e la borsa di studio é uguale al pgce. Per un 110 lode ti danno 20000 sterline, esentasse. Per un livello piú basso 15000.
L'induction si fa comunque anche scegliendo la strada del gtp?
Grazie
Sandra

Giulia R. ha detto...

Ciao!
Grazie mille per aver creato questo blog! Nel giro di mezz'ora ho chiarito il 70% dei miei dubbi ed ho acquisito molte informazioni importanti che non avevo letto da altre parti!
Anch'io sto pensando ad un PGCE e spero di riuscire a decidermi entro questo mese. So che è un po' tardi, ma credo di aver capito che almeno per l'insegnamento nella scuola secondaria ci sono ancora dei posti. Inoltre con la mole di cose da sapere è meglio chiarirsi le idee prima di lanciarsi in un'avventura da non pochi soldi e tempo!
Sulla strada dell'insegnamento ci sono già da 9 anni e ho insegnato anche qui in Inghilterra, ma nelle scuole di lingua.
Vorrei contattarti tramite mail e se non è un problema, mi piacerebbe incontrarti per chiederti altri consigli, dato che vivo qui a Londra. Ho visto il tuo indirizzo mail tra i commenti, provo a cercarti già questa sera.
Comunque, ancora grazie per il blog!
Giulia R.

Victoria ha detto...

Ciao!
ho frequentato il liceo linguistico, sono laureata in Lingue Straniere (specialista inglese e triennalista spagnolo) e possiedo un diploma in Scienze Religiose. Ho insegnato per anni sia inglese che spagnolo che religione ma non sono abilitata. Ora vorrei trasferirmi in Inghilterra. Volevo chiederti se devo considerarmi una qualified teacher o no e se posso insegnare alle elementari o alle nursery. Inoltre, dato che mia figlia non conosce l'inglese, avrà un'insegnante che la segue in particolare? Potrei propormi io data la mia laurea? Ti ringrazio davvero tanto per la tua pazienza e scusa per tutte queste domande ma ho bisogno di capire.

Chiara ha detto...

Ciao Marco! Volevo inanzitutto dirti che come tanti ho trovato questo blog utilissimo, purtroppo non si trovano in giro informazioni sull'insegnamento all'estero, spesso nemmeno al ministero ti sanno dire nulla! Io volevo chiederti informazioni sulle nursery nurse e la scuola primaria. Mi sto laureando in scienze della formazione primaria è una laurea di 4 anni che abilita all'insegnamento o nella scuola primaria o nella scuola dell'infanzia. Mi chiedevo se la mia abilitazione fosse riconosciuta in U.K. o se devo comunque fare questo corso. Inoltre se secondo te è più facile lavorare nelle nursery o alla primaria, io vorrei lavorare alla primaria perchè ho letto che alle nursery danno davvero poco :( Se sai qualche cosa sarei molto felice di avere qualche delucidazione, mi mancano 2 anni per finire però vorrei partire preparata, sto già facendo un corso d'inglese con insegnanti madrelingua anche se ovviamente non è la stessa cosa di vivere in un paese dove tutti non parlano la tua lingua. Ti ringrazio per l'attenzione comunque, buon lavoro ;)
Chiara

franci ha detto...

ciao ragazzi!!!!!
chi mi da indicazioni sull'insegnamento dell'educazione fisica IN UK...io ho fatto sia l'isef che scienze motorie...CHE DEVO FARE?!?!?!DA DOVE INIZIO?????? grazie francesco

Adry ha detto...

Ciao mi sto laureando alla mgistrale in biologia e vorrei intraprendere la crrera di insegnante in inghilterra.Ho deciso che il PGCE e la cosa piu opportuna per me.Volevo sapere a quali universita di Londra potevo chiedere di fare il corso.Inoltre il GCSE dove devo farlo c'e qualche uni che loinclude magari prima dell'accesso al corso.
T ringrazio per l'attenzione e per le info del blog.
Adriana

TeachToFly ha detto...

Adri e tutti quanti, se ci contattate tramite il gruppo Facebook "European teachers - Inseganti in giro per l'Europa" o il forum "europeanteachers.forumfree.it" e' molto meglio: qui e' difficile seguire tutti i commenti.

Ti dico rapidamente che:
- sei un po' in ritardo per fare domanda per settembre, ma potresti ancora trovare posto perche' per Scienze c'e' meno competizione. Ti devi muovere subito
- ti sconsiglio vivamente Londra per il PGCE perche' il costo della vita e' altissimo e le scuole sono le piu' difficili del Regno Unito come disciplina. Tieni conto che durante il corso dovrai dimostrare di saper gestire i ragazzi, venendo a Londra chiedi grane. Se ami Londra vienici a lavorare dopo esserti abilitata/o come ho fatto io.
- per il GCSE devi prendere contatti informali con le Uni e chiedere se offrono un equivalency test. Sul forum info piu' dettagliate, oppure mandami una mail: indirizzo nei post precendenti.

Anonimo ha detto...

Ciao,
ti ho già scritto qualche mese fa, e i tuoi consigli sono stati utilissimi. Adesso ho un QTS inglese.
Il fatto è che faccio domande ma nessuna risposta positiva. Che cosa mi consigli di fare? Vengo a Londra dal 29 maggio al 6 giugno, ma come posso cercarmi le scuole sul posto se tutto viene risolto tramite internet?
Ho fatto un personal statement, e lo rivedo ogni volta che mando una domanda, ma ... nessun successo.
Spero di sentirti!
Claudia.

silverfox7208 ha detto...

Ciao,
bellissimo il tuo blog, io sono un insegnante della scuola primaria laureata in Scienze delle formazione e in procinto di prendere una certificazione d'inglese C1 con la city and Guilds vorrei alcune info su come abilitarsi in Inghilterra e su com'è il sistema scolastico in Inghilterra. Grazie in anticipo per le info che potrai darmi!!!

Roberto ha detto...

Salve,bellissimo blog ;) una domanda..sono laureato alla triennale in Scienzze motorie e mi piacerebbe partecipare al pgce...come funziona?grazie mille per l'attenzione

Marcello Nobili ha detto...

Ciao, ci eravamo scritti un paio di anni fa, mi pare. Adesso sto cercando la tua mail perché il PGCE si sta concretizzando (Classics). E' questa? radagast1974@yahoo.it.

Intanto ti ringrazio e ti ri-scrivo, coetaneo! Grazie epr il blog che mi ha ricordato due o tre cosette che mi ero bellamente scordato nel corso degli anni e dei viaggi infiniti!
Marcello

Ciobi ha detto...

Innanzitutto grazie per questo blog illuminante! Mi avete aiutato a risolvere molti dubbi e perplessità sul pgce. Avrei ancora una domanda, cui finora non ho trovato risposta certa. E' vero che le borse di studio offerte dal tda (20,000£ per mfl) sono destinate solo a residenti da più di tre anni in UK? Se fosse davvero così non avrei speranza di potermi finanziare questo corso. Please help!

Anonimo ha detto...

Ciao!
Complimenti per il Blog!
volevo farti una domanda..sono diplomata al conservatorio in flauto traverso (diploma equiparato ad una triennale) e sto finendo il Biennio Superiore sempre di flauto per completare il titolo e avere una laurea a tutti gli effetti. Ho possibilità di insegnare musica nelle scuole, anche in generale educazione musicale?
grazie, Valeria

Paperoga ha detto...

mille complimenti al master per il blog..tutto molto chiaro..
Ciao Valeria, inizio a Sett. l'ultimo anno della triennale jazz e date esperienza precendnti ed amore per la didattica per l'infanzia..stò cercando sbocchi NON IN ITALIA!! A Londra e zona non pare difficile (ed il presente blog racconta bene come abilitarsi..) ma non ho ancora trovato chi ha esperienze e consigli in campo musicale..a presto

Manuel ha detto...

Esaustivo al massimo. Però pensavo, nel caso di seguire un 'corso' non retribuito, poi come posso provvedere al mio sostentamento? Cioè, se cerco un lavoro, anche il più umile, posso farlo combaciare con l'eventuale corso?
Grazie :)

paolo tornitore ha detto...

Ciao a tutti e complimnenti per questo utilissimo blog. Avrei una domanda. Come si fa a dimostrare di aver un livello di matematica pari a C quando nelle scuole superiori italiane ci si diploma con un voto complessivo? Occorre mandare il diploma di maturità alla NARIC?

Grazie
Paolo

Roxy ha detto...

Questo non è un blog è una miniera d'oro! complimenti,davvero! allora mi sono fatta una discreta cultura leggendo il forum però ho bisogno di consigli. Ho una laurea specialistica in Filologia Moderna, potrei insegnare Art and Design o Drama in Uk. Oggi mi hanno risposto dal sito dell'education.gov.uk che dovrei convalidare le qualifiche tramite il Naric. Chi di voi l'ha fatto? posso tradurlo io o ho bisogno di un mother tongue che me lo faccia? grazie. Ciao

Anonimo ha detto...

Ciao... Non ho letto tutti tutti i commenti e, nel caso in cui sia duplice a qualcun altro, chiedo scusa in anticipo :)

Sto per conseguire una laurea triennale in "Scienze del diritto e dell'attività normativa". E' spendibile per l'insegnamento in Inghilterra? Quali sono le procedure (e le modalità di pagamento del servizio) per far convalidare la mia laurea al NARIC??? Per accedere all' eventuale PCGE, è richiesto il P.E.T. o sono richiesti altri titoli?? Grazia in anticipo per la risposta. Fabio Dv.

Anonimo ha detto...

Ciao,
sono abilitata in Scienze della Formazione Primaria e sto iniziando il percorso per il riconoscimento QTS. Il mio grande dubbio è che nel foglio sostitutivo la mia laurea non è indicato che ho l'abilitazione per insegnare nelle scuole pubbliche primarie e nemmeno la mia abilitazione alla lingua inglese.
La mia Università (Italiana) assicura che non esistono e che non può allegare documenti aggiuntivi ?
Secondo te è ok così quindi ?

Grazie mille e complimenti ancora per il blog,

Grazie

Arianna ha detto...

Ciao!
Utilissimo questo post che hai scritto. L'ho letto due volte e vorrei porti qualche domanda più specifica, sono molto interessata. Posso farlo qui? Oppure hai un indirizzo e-mail a cui posso scriverti?
Se mi facessi la cortesia di chiarirmi qualche dubbio ti sarei davvero tanto grata. :)
Arianna.

emanuele stain ha detto...

ciao e grazie per le info che dai. allora io sono abilitato all'insegnamento per le scuole medie e superiori per inglese. ho il prociency con A e sono anche specializzato con il sostegno, inoltre ho un diploma in chitarra classicca ora laurea magistrale. volevo sapere: posso insegnare da abilitato inglese o letteratura inglese nelle scuole statali, (medie superiori e a questo punto elementari) mostrando anche il C2 con A oppure non si può insegnare inglese in Inghilterra se non sei madrelingua? Due: avendo la specializzazione sul sostegno posso insegnare sostegno in Inghilterra, esiste questa figura? L'abilitazione conseguita in italia per le scuole medie e superiori è valida anche per le elementari? Si può conguire il GCSE da allievo privatista sostenendo solo l'esame? Grazie mille...

Maurizio Mancuso ha detto...

Splendido ed utilissimo lavoro questo blog. Sono un insegnante "maturo" di fisica e matematica, con laurea in ingegneria e 6 abilitazioni. Insegno matematica e fisica da 25 anni. Devo trasferirmi in UK. Pensi che abbia possibilità buone di insegnare? Sono di ruolo in italia. Devo però migliorare l'inglese che uso in modo sufficiente quando mi reco all'estero. Ogni informazione è gradita.

Anonimo ha detto...

Sei un Grandeee! Grazie! :-)......mi chiedo ma la bella gente se ne va tutta all'estero!?

Anonimo ha detto...

GRANDEEE!!!!! GRAZZISSIME!!!

jacopo fabbri ha detto...

Ciao, grazie per le info ! io ho un dottorato in archeologia, esperienza nell'insegnamento di latino, italiano, storia (1 anno in scuola privata). Ho vissuto per 9 mesi a Londra lavorando lì ma il mio inglese non è ottimo. Cosa mi suggeriresti di fare, il PGCE ? O qualcos'altro ?

Anonimo ha detto...

This whole thing seems very boring to me, but if you like it good for you.

Good luck!!!

Anonimo ha detto...

Ciao e grazie per il tuo blog, avevo tanto bisogno di notizie del genere. Volevo cheiderti se in Inghilterra si insegna storia dell'arte, dato che ho una laurea magistrale in storia e critica d'arte. Inoltre chi ha un dipolma artistico può insegnare disegno?
Attendo con ansia una tua risposta.
Buona giornata

Anonimo ha detto...

Bellissimo blog, utile,simpatico e ottimista.
Io ho una laurea in pedagogia, e mi piacerebbe fare l'insegnante in Inghilterra perchè ho un buon livello di conoscenza dell'inglese, ma non ho avuto tanta fortuna nel trovare velocemente una opportunità di lavoro come insegnante, ed ho dovuto ripiegare su altro.
Recentemente ho pensato anche di far convalidare all'estero la mia laurea, o di poter ottenere successivamente l'abilitazione all'insegnamento attraveso un master ottenuto fuori dall'Italia, ma ho trovato sempre impedimenti, "strade in salita" e tempi lunghi che alla mia età (47), non è più tanto agevole attendere.
Quale materia potrei insegnare in Inghilterra con Pedagogia?
Cosa mi consigli di fare?
In quale istituto scolastico cercare lavoro?
Quale percorso risulta utile per ottenere in tempi relativamente brevi l'abilitazione all'insegnamento?
Ti ringrazio anticipatamente per le risposte.

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti! mi potreste spiegare cos'è il Naric? grazie

vincenzo tinaglia ha detto...

Ciao,
Leggo sul tuo blog che c'è' speranza per andare ad insegnare in Inghilterra.
Io ho già due abilitazioni per Storia e filosofia e per Italiano e Storia. Inoltre qui in Italia ho fatto l'insegnante di sostegno. non ho cent'anni ma neanche 20. ho una discreta conoscenza dell'inglese e vorrei testarmi sulle sponde dell'oceano. Non sono però' ancora riuscito a trovare dove postare la domanda per chiedere che mi vengano equiparate le abilitazioni. Sapete aiutarmi?

susy ha detto...

Ciao, il mio nome è Susy, sono laureata triennale in Matematica. dato che in italia nn si può insegnare con una laurea di primo livello, e studiare per la magistrale nn ne vale la pena avrei optato di trasferimi in inghilterra. Sto leggendo un pò sui siti per il pgce ma nn ci capisco molto. Help me please

Anonimo ha detto...

Ciao,

il blog è davvero esauriente. Avrei una domanda. Ho fatto il liceo linguistico con matematica per 5 anni. Successivamente ho preso una laurea con prima lingua tedesco e seconda inglese e ora sto facendo una laurea specialistica (Master of Arts) in storia in Germania. Come primo passo, per capire a che punto sono, dovrei rivolgermi al NARIC con laurea e diploma? In tal caso scoprirei anche se i 5 anni di matematica mi eviterebbero il test al livello GCSE? Quali sono i costi di questa procedura? Per la laurea imagino basti un certificato con esami emesso in lingua inglese, per dimostrare invece gli anni di matematica al liceo, che cosa devo fornire come documentazione?

Grazie in anticipo per la risposta.

Buona giornata.

max ha detto...

ciao,
Io non ho l'abilitazione né in Italia né in Inghilterra, ma sto attualmente insegnando in una scuola superiore statale in Italia.
La mia classe di concorso in Italia non prevede nemmeno di avere la laurea in quanto la mia materia di insegnamento è tecnico pratica e si insegna senza la laurea.
Insegno Laboratorio di cucina in una scuola alberghiera da più di 10 anni e siccome ho vissuto per qualche tempo nel Regno unito sarei intenzionato a tornarvi se potessi anche lì lavorare come insegnante per la mia materia.
le domande che mi verrebbero spontanee sono:
posso insegnare anche in UK la mia materia senza essere laureato ma solamente con il diploma di maturità alberghiero?
se eventualmente potessi, qualora per qualche motivo dovessi poi tornare in Italia mi vengono conteggiati gli anni di insegnamento in Uk al fine del punteggio in graduatoria?
l'abilitazione Inglese che probabilmente dovrò conseguire, mi verrebbe riconosciuta anche in Italia per il ruolo?
spero di avere un tuo aiuto
un grazie anticipato
Lorenzo

Anonimo ha detto...

Ciao! il tuo blog è davvero utilissimo ma avrei bisogno di un' altra informazione... non frequento ancora l'università, ma il mio sogno sarebbe poter insegnare storia della musica in Inghilterra. E' necessario iscriversi in un'università inglese oppure posso frequentare tre anni in Italia e trasferirmi successivamente?
Grazie in anticipo!!!

Ildegarda ha detto...

Ciao, grazie per le utilissime informazioni!!

Io insegno italiano a stranieri in Italia da molti anni, ho il Ditals e sto per trasferirmi a Londra (alcuni mesi).

Ho visto che hai parlato di assistants, che hanno più facilità a trovare lavoro nelle scuole. Come funziona, si deve fare l'appilcation direttamente alle scuole per assistant?

E per le borse, che requisiti ci vogliono?
Ti ringrazio tantissimo.
Ildegarda

Ildegarda ha detto...

Ciao Marco,sono sempre Ildegarda,ho un'altra domanda!

Ho visto che nel sito PGCE per gli studenti non-Uk parlano di loans. Ma la bosra è un prestito che va restituito?

Grazie ancora...
Paola

aida ha detto...

Ciao, ho dato un'occhiata al sito del PGCE e ho notato che i corsi sono singoli (per materia) cioè non ho ben capito se posso abilitarmo solo in geografia o conseguire l'abilitazione in storia, studi religiosi e geografia. Ti ringrazio tanto

alessia ha detto...

Ciao, mi chiedevo quanto sinao specifici i PGCE, se io con la laurea in filosofia conseguo un PGCE in humanities, posso solo insegnare quello oppure avendo dato esami di storia posso anche fare domanda come insegnate di storia e inoltre essendo italiana e conoscendo il francese potrei chiedere di essere inserita come insegnante di MFL?
Avendo una cultura varia, dalle lingue alla filosofia, forse converrebbe più un Primary PGCE? in caso dopo aver ottenuto la certificazione come si passa alla scuola superiore? grazie dell aiuto.. ale

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti io vorrei lavorare in una scuola materna in Inghilterra ho soltanto il diploma magistrale conseguito nel 2006e esperienza in strutture educative in Italia basta il mio titolo di studio o occorre altro?grazie mille

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti, mi sono diplomata quest anno (maturita scientifica) e stavo pensando di iscrivermi al universita L'Orientale di napoli per unalaurea in "lingue e culture comparate" scegliendo come lingue o l'arabo o il cinese e come seconda lingua l'inglese. Il mio sogno e sempre stato quello di insegnare ed e' proprio per questo che ho scelto questo indirizzo (altrimenti avrei scelto scienze politiche e relazioni internazionali) ho una buona cinoscenza dell'inglese, di cui studiero' anche la letteratura, dell'italiano ovviamente, dell'urdu, e sufficiente conoscenza del francese, che ho studiato anche al liceo. Basta una lajrea in lingue per poter insegnare in the uk? I

Aldo Anziano ha detto...

Salve, il suo blog è ciò che ogni laureato o lavoratore italiano vorrebbe trovarsi dinanzi quando è in cerca di informazioni su come scappare dal nostro paese.
Detto questo, io sono laureato in Scienze della Comunicazione Giornalismo (carta straccia in Italia), ho esercitato la professione per 10 anni in qualità di giornalista professionista e a breve sarò posto in Cassa integrazione. Vorrei sapere 1) se esiste un tipo di insegnamento nelle istituzioni scolastiche inglesi relativo alle disciplne della comunicazione e del giornalismo 2) Se il certificato di laurea con esami sostenuti tradotto con certificazione in inglese sia sufficiente a che venga riconosciuto il mio titolo accademico in Gb ai fini dell'iscrizione a un corso GCSE 3) Quali siano in media costo e durata del GCSE e se in proposito possa suggerirmi 3-4 atenei inglesi ai quali rivolgermi. Grazie in anticipo.
P.S. Parlo con disinvoltura un buon inglese colloquiale infarcito anche di termini tecnici e letterari, e lo scrivo discretamente, pur non possedendo certificazioni. Parto subito con lo IELTS del British Council?

TeachToFly ha detto...

Aldo - e gli altri che hanno commentato di recente: potreste scrivermi una mail all'indirizzo che trovate più su nei commenti? In alternativa potete iscrivervi al mio forum su Facebook "European Teachers - Insegnanti in giro per l'Europa". E' un po' scomodo rispondere a tutti qui. Grazie!

Anonimo ha detto...

Ciao!
Io ho il master en profesorado en ingles e vorrei farmelo riconoscere in UK come QTS. Visto che vorrei insegnare spagnolo vorrei sapere se è possibile una volta ottenuta l'omologazione del master a QTS in Uk fare un anno di Induction in spagnolo. In questo modo mi riconoscerebbero l'abilitazione in spagnolo in Italia?

Leonora ha detto...

Ciao! Mi sono imbattuta nel tuo blog cercando informazioni su come insegnare ad Oxford. Tra un anno mi ci dovrò trasferire con il mio compagno, che ha vinto un postdottorato presso l'università. Io ho un diploma di laurea abilitante in Scienze della Formazione Primaria (per insegnare alle elementari), conseguito a dicembre 2012. Non ho ancora prestato servizio ancora in nessuna scuola, a causa della situazione congestionata della scuola italiana e della chiusura delle graduatorie di istituto e del provveditorato. Posso quindi semplicemente farmi riconoscere l'abilitazione e cominciare a cercare lavoro nelle scuole? Saresti così gentile da darmi un sito valido del General Teaching Council? Non riesco a trovarlo online e non ho capito se la procedura per farsi riconoscere il QTS deve essere fatta online o di persona... Ti ringrazio in anticipo! Il tuo blog mi ha dato la speranza di poter lavorare anche io (e non solo il mio compagno) grazie alla laurea presa qui in Italia. Aspetto un tuo riscontro. Se vuoi puoi scrivermi in privato all'indirizzo mail: makeupsmilelove@gmail.com
Ancora grazie in anticipo! :)

Susy Schiano Di Cola ha detto...

ciao, vorrei chiederti delle informazioni.
mi sn laureata in filosofia alla triennale, e vorrei poter insegnare in inghilterra anche alle elementari. Ho qualche possibilità? quale percorso mi consigli di seguire? volevo contattare tda ma nn sono riuscita ad iscrivermi.
Mi potresti dare qualche consiglio? GRAZIE

concetta ha detto...

ciao! questo blog assieme al gruppo fb è davvero prezioso!
Io sono venuta a conoscenza da poco della possibilità dell'abilitazione estera e sto accarezzando l'idea anche se la vedo difficile giacchè il mio livello di inglese non è molto alto. Cmq Io sono laureanda alla magistrale di Archeologia e storia dell'arte, integrando dei cfu ho la possibilità, in Italia, di concorrere per l'abilitazione a diverse classi di insegnamento di materie umanistiche (latino,greco,italiano,arte,ecc...). Mi chiedevo con la mia laurea in quale materia potrei abilitarmi in UK attraverso il PGCE. Avevo anche pensato di fare il master per l'insegnamento di italiano a stranieri ma credo di aver capito che nel caso specifico dell'UK ,a parte che non c'è molta preferenza dell'italiano come lingua straniera, per insegare la mia lingua dovrei abbinarla ad un'altra lingua straniera...quindi non avendo studiato lingue sarebbe complicato. In realtà ho anche altre domande (a molte delle quali magari risponderò da sola continuando a leggere i vecchi post) tra cui : se per l'abilitazione alla primay school attraverso il pgce è sufficiente una qualsiai laurea triennale....come si fa poi a farsela riconoscere in Italia se qui è esiste una laurea ad hoc che tra l'altro ora è di 5 anni? Ringrazio fin da ora per la risposta :) Concetta!

Stefano ha detto...

Ciao Marco,
grazie mille per il tuo blog, mi è utilissimo!

Io sono laureato in Linguistica e vorrei fare un PGCE in MFL (master foreign language) per insegnare Italiano e Spagnolo.
- Mi hanno detto però che l'italiano risulterebbe come seconda lingua, quindi lo spagnolo sarebbe la materia principale. Pensi che debba fare un esame specifico che attesti la mia conoscenza dello spagnolo oppure andrebbe bene semplicemente un corso di livello avanzato al cervantes?

- quali sono le tempistiche per richiedere un PGCE? ci sono date precise in cui si può fare richiesta e delle deadline precise?

ti ringrazio in anticipo, ancora complimenti!

John Lemon ha detto...

Ciao, e grazie mille per le tue preziose indicazioni. Vorrei un chiarimento rapido: che tu la possibilità di seguire un percorso di abilitazione all'insegnamento/certificazione è sempre ancora possibile con le lauree di primo livello o è cambiato qualcosa dalla data della pubblicazione di questo post ed ora sono richieste lauree magistrali?
Grazie ancora! Gianluca

andrea ha detto...

Ciao! Sono un insegnante di educazione fisica. Logicamente non ho l'abilitazione all'insegnamento essendomi laureato nel 2009.. Sarei interessato al PGCE..avete qualche informazione utile riguardo la mia materia? è un percorso fattibile? grazie mille a chi mi risponderà
Andrea

Roberta Riva ha detto...

Ciao! complimenti per il tuo blog! utilissimo..ma io sono un po' tardona! :)volevo farti un paio di domande per essere sicura di aver capito bene.... io discuterò la tesi magistrale in lettere moderne a giugno, pensavo di trasferirmi a Londra a settembre. Sogno da sempre di lavorare con i bambini, quindi vorrei prendere l'abilitazione per insegnare in una scuola primaria.. (vorrei fare anche l'anno di induction, un giorno mi piacerebbe anche poter lavorare nel mio paese!!!!) dovrei quindi scegliere il PCGE più adatto a me per conseguirla, ma a livello economico come funziona?? devo avere cfu specifici in lingua o letteratura inglese per potervi accedere?? Last but not least..quando dovrei fare domanda per poter frequentare il corso? grazie mille per la tua disponibilità! a presto! Roberta

Anonimo ha detto...

Ciao Blog bellissimo e molto utile^^, ti scrivo perché vorrei sapere se per accedere alle varie abilitazioni esistono dei limiti di età. Io ho 28 anni e purtroppo tra problemi di salute e di famiglia sono in ritardo, finirò la specialistica l'anno prossimo a novembre e per allora ne avrò 29. Inoltre dato che non conosco benissimo la lingua a livello di comunicazione vorrei prima passare del tempo (lavorando ovviamente) direttamente a Londra per impratichirmi nel parlato. Gira che ti rigira dovrei riuscire a iscrivermi ad un corso per l'abilitazione che ormai ho 30 anni. Vorrei sapere se è troppo tardi, se ci sono dei limiti di età o se, ovviamente lavorando sodo, posso comunque sperare di ottenere l'abilitazione e poi insegnare. Vorrei inoltre chiederti cosa potrei effettivamente insegnare con una laurea in Lettere moderne e una specialistica in Italianistica.
Grazie infinite!!

Claudia De ha detto...

Ciao , grazie mille per questo blog. sto andando u pò in confusione. potresti spiegarmi meglio che dovrei fare di preciso? son laureata in lingue e letterature straniere( inglese , tedesco)vecchio ordinamento.Non ho conseguito l'abilitazione, vorrei trasferirmi a Oxford o a Cambridge, che devo fare per poter ottenere l'abilitazione all'insegnamento in uk? ho esperienze di insegnamento in italia presso istituti privati . ti ringrazio anticipatamente.ciao Claudia

Davide Dal Cin ha detto...

Ciao, ho usato il tuo blog come traccia per muovermi circa l'insegnamento in UK. E' molto valido e mi ha permesso di trovare le risposte a tutte le mie domande. E' una vera miniera di informazioni e di dati molto importanti. Volevo ringraziarti per la tua generosità, volta a chiunque voglia muoversi nel mondo dell'insegnamento in UK.
Grazie.

roberto domizi ha detto...

ciao,

ho visto il tuo blog solo ora molto interessante!!!

Io ho una laurea specialistica in progettazione e gestione dei sitemni turistici (praticamente turismo) cosa posso insegnare in inghilterra? io mi trovo gia' qui ma faccio un lavoro che non mi piace ed ho una laurea da 94/110 e non vorrei buttarla nel cesso!!! spero che mi dai consigli

Anonimo ha detto...

Davvero ben fatto questo blog! Vorrei chiedervi qual è invece la procedura per la scuola dell'infanzia che al momento è quella che mi interessa di più dato che pur essendo laureata non ho ancora molta dimestichezza con la lingua inglese. Un'altra cosa...prima di iniziare a mandar domande vorrei seguire un corso intensivo di inglese direttamente in Inghilterra. Quali scuole mi consigliereste? Grazie mille!

Anonimo ha detto...

Quali materie posso insegnare con una laurea in ingegneria delle telecomunicazioni? Grazie

Anonimo ha detto...

Laurea in ingegneria tlc con 50 cfu: cosa posso insegnare?

TeachToFly ha detto...

Ciao a tutti! Come ho scritto a piu' riprese, e' molto scomodo rispondere a tutti qui. Se volete una risposta da me, per favore mandatemi una mail all'indirizzo radagast1974@yahoo.it Oppure iscrivetevi al mio gruppo facebook "European teachers - Insegnanti in giro per l'Europa" e/o al forum europeanteachers.forumfree.it

Alessandra Carboni ha detto...

Ciao!
Per fortuna mi sono imbattuta nel tuo blog ;-)
Io avrei intenzione di trasferirmi in Inghilterra a cercar lavoro. Sono in possesso della laurea in scienze dell'educazione e di quella in scienze della formazione primaria. Quest'ultima in Italia da l'abilitazione all'insegnamento nella scuola dell'infanzia. Ecco io in Italia ho insegnato per 7 anni. Vorrei sapere se i miei titoli valgono anche in Inghilterra o se invece devo fare qualche corso abilitante o comunque di perfezionamento. Il mio livello di inglese è medio. Quindi sicuramente dovrei impararlo prima di poter insegnare. Potresti darmi gentilmente qualche delucidazione?
Ti ringrazio anticipatamnte!
Saluti

emma ha detto...

Ciao!
Ti ringrazio per il tuo blog, che è molto chiaro. Volevo chiederti un paio di info:
- Sono abilitata all'insegnamento in Lettere, posso far valere la mia abilitazione in Inghilterra?
- Con la mia abilitazione potrei insegnare le materie "humanities"?
-Sto studiando per il PET, dopodiché punterei alla formazione specifica IELTS;
tra abilitazione e competenza linguistica avanzata ho qualche speranza per insegnare Italiano e le materie letterarie in Inghilterra?
Un'altra cosa: io ho l'abilitazione per la scuola secondaria: posso insegnare anche nelle primarie per l'UK?
Grazie mille

Anonimo ha detto...

buongiorno, io ho diploma in canto conseguito in conservatorio, vorrei lavorare in inghilterra e insegnare canto,musica etc. ma essendo italiana e avendo cmq una laurea mi chiedo se posso anche insegnare italiano.....grazie per la gentila attenzione.brigida

Anonimo ha detto...



OFFERTA SPECIALE DI PRESTITI DI DENARO DI FINE D'ANNO


Avevate necessità di denaro tra privati per affrontare le difficoltà finanziarie ed anche passare le feste in bellezza tra famiglia o in società dei vostri amici; più preoccupazioni da farvi.
Sono un privato specializzato finanziario capace di assegnarvi denaro all'importo di cui voi avete bisogno e le cui condizioni vi faciliteranno la vita. le mie offerte di denaro sono realizzate per tutti i tipi di domini.
Gli importi variano tra 4.500€ a 2.000.000€ per un tasso d'interessi del 2% l'anno.
PS: La particolarità di quest'offerta di denaro è che tutti coloro che faranno domande di prestito abbastanza importanti per le feste, avranno una riduzione del 5% sugli interessi.


latifahabdalah@consultant.com

Chenlu ha detto...

Ciao! Interessantissimo il tuo blog e molto utile! Io sto facendo il mio PGCE in lingue straniere (scuola secondaria) e mi chiedevo, una volta ottenuto pure il QTS, sai per caso come mi verrebbero convalidati questi titoli in Italia esattamente? Equivalgono a un TFA? E come si fa ad ottenere l'equivalenza?
Grazie mille!

Anonimo ha detto...

Cara TEACHTOFLY,
grazie molte per il tuo post, molto informativo.
Anch'io starei "applicando" per il PGCE, in tal riguardo ti potrei chiedere un'informazione? Prima di inoltrare l'application alle varie università a te non è stato richiesto di trascorrere due settimane di "observation" in una scuola UK? In caso affermativo, le scuole per accettarti come osservatore non ti hanno chiesto di avere già l'equivalency per il GCSE?
Grazie mille per l'aiuto e buona giornata!
Guido

ines ha detto...

Salve, sono Laureata in lettere e sono abilitata in italiano e storia scuole superiori e scuole medie.
Vorrei avere notizie su come muovermi per avere il riconoscimento dell'abilitazione e come fare per inserirmi nelle varie scuole.
Grazie per il tuo blog..
ines

Anonimo ha detto...

Ciao, davvero complimenti per questo blog miniera di informazioni. Volevo sapere una cosa: vorrei fare il pgce in matematica, ma mi domandavo se la mia età può essere un problema, sia per l'ammissione al pgce che per trovare lavoro nelle scuole, ho 35 anni, può essere un problema?

TeachToFly ha detto...

Per tutti quanti, se avete domande su questo post, scrivetemi cercando la mia mail nei commenti sopra oppure iscrivendovi al gruppo Fb "European Teachers - Insegnanti in giro per l'Europa".

Rispondo comunque ad Anonimo. L'eta' non e' un problema: io ho fatto il corso a 32 anni, ma c'erano corsisti di 40 - 50 anni (e anche di 23 anni, chiaramente). Qui e' abbastanza normale cambiare carriera quando non si e' piu' neolaureati. Poi con Matematica hai le cose facilitate: hanno un bisogno estremo di insegnanti di Mate.

Anonimo ha detto...

Ciao io ho un'abilitazione in arte e immagine per le scuole medie e arte e disegno per le superiori ..dovrei quindi chiedere la convalida del titolo. Sai se potrei avere possibilità d'insegnamento?

anto ha detto...

Salve , mi chiamo Antonio e sarei interessato ad insegnare in Inghilterra. Attualmente lavoro a Cobham nella ristorazione nel tentativo di imparare l'inglese,
premesso questo mi consigli di frequentare un corso di inglese magari al Guilford college? Ho una laurea triennale in filosofia, un diploma pedagogico, attestato di servizio civile nazionale, una qualifica di mediatore culturale e animatore di comunità ottenuta grazie ai corsi regionali in Sicilia, oltre a tutto questo aggiungo la mia esperienza di volontariato nelle protezione civile e nel volontariato in generale.
Ritieni che il mio curriculum sia adeguato per l'insegnamento?
Non sono abilitato, ma attualmente al Kingstone college stanno partendo i corsi pgce/dttls.
Cosa mi consigli ?
Grazie mille in anticipo

Anonimo ha detto...

Quindi io che ho una triennale in chimica potrei venire ed insegnare li'??

cristina leone ha detto...

Ciao,
il tuo blog e molto interessante ti scrivo perche vorrei avere conferme su percorso che vorrei incanalare qui a Londra dove vivo da 5 anni.
Ho una laurea quadriennale in scultura ho studiato all'accademia di Belle arti di Catania e non so quanto possa valere per continuare i miei studi qui a londra e diventare art teacher in scuola primaria e secondaria. Non so quale passo fare..
grazie in anticipo..
kristina

Anonimo ha detto...

Ciao, per insegnare pianoforte in Inghilterra valgono le stesse regole per ottenere l'abilitazione Inglese? Se si, per frequentare il corso per l'abilitazione quale livello di inglese è richiesto?
Grazie

campbell joe ha detto...

Sei un uomo d'affari o una donna? Hai bisogno di soldi per iniziare la propria attività? Avete bisogno di prestito per saldare il debito o pagare le bollette o avviare un business bello? Hai bisogno di soldi per il vostro progetto? Offriamo prestiti garantiti di qualsiasi importo e in tutto il mondo (individui, imprese, beni immobili e delle persone giuridiche) nel nostro tasso del 2% eccellente. Per le risposte applicative e per ricevere maggiori informazioni al seguente indirizzo di posta elettronica: (khalifafinancialcompanies@outlook.com o khalifafinancialcompanies@gmail.com)

Numero di telefono: +16026337400
http://khalifafinancialcompany.weebly.com

span.fullpost {display:inline;}